Facebook come Twitter per le condivisioni consapevoli

Another ICT Guy

Facebook come Twitter per le condivisioni consapevoli

Facebook sta testando un modo per promuovere una condivisione più informata di post e notizie. Con un prossimo aggiornamento della piattaforma, quando gli utenti condivideranno un articolo basandosi solo sul titolo, ipoteticamente facilitando la diffusione di fake news, vedranno un avviso che chiederà se hanno prima letto la notizia. Qualcosa di simile avviene già su Twitter in fase di retweet di un post che contiene link a fonti esterne.

Facebook offrirà quindi due modi per rispondere a questo messaggio: ‘Apri articolo’ e ‘Continua la condivisione’. Nel settembre 2020, Twitter ha reso disponibile la notifica che appare quando gli utenti tentano di ritwittare un articolo che non hanno aperto. Secondo l’azienda, la funzione ha avuto un certo successo: il prompt ha aumentato la probabilità che le persone leggano una notizia prima di condividerla. Sia Twitter che Facebook hanno lavorato per diminuire la disinformazione, adottando misure simili per raggiungere lo scopo. Le funzionalità per una maggiore trasparenza sono divenute particolarmente importanti durante la pandemia da Covid-19. Come nel caso delle novità precedenti, è probabile che l’avviso sullo sharing venga attivato prima negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo, anche se l’urgenza di un’informazione corretta potrebbe dimezzare i tempi di test e portare ad una disponibilità globale prima del previsto.
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *