TikTok aderisce alla Technology Coalition, protegge i minori

Another ICT Guy

TikTok aderisce alla Technology Coalition, protegge i minori

(ANSA) – ROMA, 05 MAG – TikTok aderisce alla Technology
Coalition, un’organizzazione che lavora per proteggere i minori
dallo sfruttamento e dagli abusi sessuali online. Lo comunica la
società in una nota. “La sicurezza della community è sempre la
nostra massima priorità, soprattutto dei nostri utenti più
giovani. L’adesione ha un duplice significato: rispecchiare la
nostra politica di tolleranza zero contro questi fenomeni e
sottolineare l’esigenza di una risposta collettiva a questa
sfida globale”, scrivono in un post ufficilae due manager della
società, Alexandra Evans, Head of Child Safety Public Policy
Europe e Tracy Elizabeth, Minor Safety Policy Lead.
    “TikTok entrerà a far parte anche del consiglio della
Coalition e di una serie di comitati che mirano a promuovere la
protezione dei minori online e offline e una maggiore
trasparenza sulle continue evoluzioni delle minacce alla loro
sicurezza”, sottolineano. “Questa partnership si aggiunge a
quelle già in essere con le principali organizzazioni per la
sicurezza online tra le quali Family Online Safety Institute,
ConnectSafely, National Center for Missing and Exploited
Children, WePROTECT Global Alliance e la Internet Watch
Foundation per garantire che le nostre policy e funzionalità
continuino a promuovere un ambiente sicuro e accogliente per la
nostra community. TikTok supporta anche l’implementazione dei
Principi Volontari per il contrasto allo sfruttamento sessuale e
l’abuso di minori online (Voluntary Principles to Counter Online
Child Sexual Exploitation and Abuse)”.
    L’adesione alla Technology Coalition, sottolinea infine
TikTok, va a rafforzare gli impegni presi nell’ultimo anno per
promuovere “un’esperienza positiva e sicura per gli adolescenti
sulla piattaforma, comprese le funzionalità Collegamento
Familiare, impostazioni di privacy predefinite per gli account
di utenti di 13-17 anni e la rimozione della messaggistica
diretta per i minori di 16 anni”. (ANSA).
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *