AWS aggiorna Amazon Bedrock con nuove funzionalità

Another ICT Guy

AWS aggiorna Amazon Bedrock con nuove funzionalità

Svariate novità per Amazon Bedrock, il servizio di AWS che rende accessibili tramite il cloud dell’azienda i principali LLM sul mercato. Gli utenti ora hanno maggiore controllo nell’addestramento dei modelli con dati personalizzati e posso accedere ai nuovi modelli Amazon Titan Text Embeddings V2Titan Image Generator e agli ultimi LLM di Cohere e Meta.

Amazon Bedrock: arrivano nuovi LLM

Amazon TITAn

Fra le novità di spicco la disponibilità di nuovi LLM, a partire dai modelli Amazon Titan. Si tratta di modelli pre-addestrati da AWS su dataset molto ampli. Nello specifico, Amazon Titan Text Embeddings V2 è un LLM ottimizzato per lavorare con i casi d’uso RAG (Retrieval-Augmented Generation), è ideale per il recupero di informazioni e la creazione di chatbot per l’assistenza. Questo modello è progettato per ridurre fino a quattro volte lo spazio di archiviazione necessario, abbattendo così i costi, pur mantenendo il 97% di accuratezza.

Amazon Titan Image Generator, invece, è pensato tenendo a mente le esigenze di chi opera in settori come la pubblicità, l’e-commerce, i media e l’intrattenimento. Si tratta di un generatore di immagini in grado anche di migliorare e modificare le immagini esistenti, a basso costo, utilizzando prompt di linguaggio naturale. Le immagini generate includeranno una filigrana invisibile, così da identificare le immagini generate dall’IA.

Nuove funzioni per l’importazione di modelli di IA personalizzati

Amazon Bedrock Custom Model Import permette alle imprese di importare i propri modelli personalizzati e accedervi: bastano pochi clic per aggiungerli su Amazon SageMaker o altri strumenti. Amazon Bedrock Custom Model Import è disponibile in anteprima e supporta tre delle architetture di modelli aperti più diffusi: Flan-T5, Llama e Mistral.

Maggior privacy e sicurezza con Guardrails

Bedrock-guardrails

Uno dei principali problemi dell’IA è quello di riuscire a implementarla in maniera sicura, rispettosa ed etica. Guardrails è uno strumento che aiuta i clienti a raggiungere questi risultati, consentendo alle imprese di indicare – tramite un semplice prompt  – i contenuti inaccettabili per le proprie applicazioni, come hate speech, insulti, violenza, contenuti a sfondo sessuale e anche semplici parolacce. 

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *