Nissan taglia (finalmente) il traguardo del milione di elettriche vendute

Another ICT Guy

Nissan taglia (finalmente) il traguardo del milione di elettriche vendute

Nissan, una delle prime case automobilistiche a incamminarsi sulla via dell’elettrico – assieme alla compagna di lunga data, Renault -, ha finalmente tagliato il traguardo del milione di auto elettriche vendute.

Quella che per certi aspetti sarebbe una buona notizia, il raggiungimento di un obiettivo importante, in questo caso non può dirsi tale, perché mette in luce – con un retrogusto molto amaro – tutte le occasioni perse dal marchio giapponese.

Era il 2010 quando il marchio presentò sul mercato la LEAF, che negli anni seguenti sarebbe stato il suo modello più venduto, visto anche come apripista del mercato elettrico; almeno fino all’arrivo di Tesla e soprattutto di Elon Musk e delle sue “sexy” auto.

I successi ottenuti dall’azienda texana – piaccia o non piaccia – hanno bagnato il naso soprattutto al duo nipponico-francese, che per primo aveva imboccato quella strada ma che, in seguito, sembrava averla del tutto abbandonata.

Se, però, della Zoe ci sono state molte versioni, susseguitesi negli anni e miglioratesi costantemente, e il modello è stato poi affiancato da un’altra vettura elettrica (la nuova Twingo, disponibile anche in versione termica), prima di cedere il posto a una nuova city car del marchio romboidale, lo stesso non può dirsi della LEAF.

La seconda versione aveva portato grandi miglioramenti rispetto alla prima, ma l’ultima – attesa per il 2024 – avrà ancora la presa CHAdeMO. La scelta già anni fa aveva fatto alzare svariate sopracciglia e storcere parecchi nasi, oltre a creare alcuni problemi nel trovare colonnine che avessero anche questo cavo, per non parlare dell’impossibilità di sfruttare gli stalli fast (che montano unicamente il CCS).

Nissan un milione di ev

Alla metà inoltrata del 2023, quando tutto il mondo elettrico si sta omologando ad un unico ed universale connettore, il NACS, è difficile capire dove stia andando a parare Nissan, che fra l’altro, sembrava già con la Ariya intenzionata ad abbandonare la CHAdeMo, lasciandola disponibile solo per le versioni riservate al mercato giapponese.

Nissan un milione di ev

Ciliegina sulla torta, la casa di Nishi-ku è stata la prima ad unirsi alla “ribellione” di Tesla a favore del connettore NACS.

Nissan un milione di ev

Eppure, il marchio nell’elettrico crede davvero – e tanto – come dimostrano il programma Blue Switch, di cui abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo, e i piani per il futuro della casa, racchiusi nella strategia Nissan Ambition 2030, prevedono il lancio di 19 modelli di veicoli elettrici entro la fine del decennio.

Nissan un milione di ev

La casa automobilistica mira inoltre a produrre internamente  batterie allo stato solido, con una densità energetica pari al doppio delle attuali al litio, entro il 2028

Oltre a questo, in Giappone Nissan ha introdotto lo scorso anno la sua kei car [liberamente “auto leggera”] elettrica Sakura, trovandosi letteralmente sommersa da ordini, al punto di dover bloccare le nuove richieste.

È quindi evidente che la casa di Nishi-ku sia perfettamente in grado di creare auto elettriche che incontrino i gusti e le esigenze del mercato e di investire nel miglioramento e sviluppo di batterie per EV.

Speriamo solo che non impieghi altri 12 anni per il prossimo milione di vendite.

Nissan un milione di ev

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *