Uno dei designer del vecchio logo di Twitter spiega la genesi dell”’uccellino”

Another ICT Guy

Uno dei designer del vecchio logo di Twitter spiega la genesi dell”’uccellino”

Nelle scorse ore c’è stato (l’inizio) di un grande cambiamento nel mondo dei social e più in generale del Web. Elon Musk ha annunciato nella giornata di ieri l’arrivo di X (preannunciata già in passato), una versione rivista di quello che un tempo era Twitter e che porterà a un’applicazione con moltissime funzionalità che andrà ben oltre il “semplice” social network. Il cambiamento sarà graduale ma, probabilmente, inarrestabile. La prima mossa è stata quella di annunciare il nuovo logo.

twitter

Una X che si ricollega ad altre idee di Musk (da Model X di Tesla fino a SpaceX) e che cancellerà pian piano l’iconico “uccellino” dal Web. Nel momento in cui scriviamo sull’applicazione Android è ancora presente il vecchio logo della società mentre nella versione Web è già stato, in parte, modificato (anche se l’interfaccia è la stessa). Uno dei designer che ha realizzato il vecchio logo di Twitter ha voluto condividere la storia del famoso “uccellino” in ricordo di uno dei simboli della Rete.

twitter

Uno dei designer del vecchio logo di Twitter ne spiega l’origine

A parlare è Martin Grasser che, insieme a Todd Waterbury e Angy Che, ha realizzato il famoso ex-logo della società statunitense. Con un po’ di ironia, la spiegazione è avvenuta proprio su Twitter nelle ore successive all’annuncio del nuovo logo X. Il logo fu creato nel 2012 e sono passati quindi più di 10 anni dalla sua ideazione, una vera e propria “era geologica” per Internet.

twitter

twitter

Il processo creativo del team era incentrato sul realizzare un logo che fosse “semplice, equilibrato e leggibile quando di dimensioni molto ridotte, quasi come una “e” minuscola”. L’idea era quella di avere un logo che fosse efficace come quello di Apple e Nike, con Jack Dorsey (al tempo CEO, dopo Dick Costolo) che aveva specificato che fosse molto semplice.

twitter

A quel punto Grasser iniziò a disegnare diverse tipologie di uccelli appollaiati passando poi a uccelli in volo così da catturare il loro movimento. Fu scelto di lavorare su una visione di profilo che poi portò nelle elaborazioni successive alla famosa forma tondeggiante della zona del ventre (rimasta nel logo finale).

twitter

Il designer sottolinea poi come, per il disegno finale del logo di Twitter, si scelsero forme circolari sul quale “costruirlo” mostrando semplicità e neutralità della struttura del disegno. Una volta trovata la forma idonea c’è stato un lavoro di affinamento dei dettagli per permettere la sua leggibilità anche a dimensioni molto ridotte. Il logo finale venne approvato in marzo per poi essere lanciato ufficialmente a maggio 2012. Grasser conclude scrivendo “questo uccellino blu ha fatto così tanto negli ultimi 11 anni”.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *