Arriva IBM watsonx, la piattaforma di dati e IA per le esigenze delle enterprise

Another ICT Guy

Arriva IBM watsonx, la piattaforma di dati e IA per le esigenze delle enterprise

IBM ha reso disponibile per tutti la sua piattaforma di dati e di intelligenza artificiale watsonx. Si tratta di una soluzione destinata alle imprese di grandi dimensioni, che consentirà ai clienti di Bib Blue di utilizzare modelli di IA già preconfigurati per differenti casi d’uso, ma anche di creare i propri modelli personalizzati. 

La piattaforma fino a oggi era accessibile sotto forma di beta solo a circa 150 clienti operanti in vari settori industriali, dalle telco fino all’ambito bancario. 

Alla scoperta di IBM watsonx

La piattaforma si compone di tre prodotti: 

  • watsonx.ai, l’ambiente dedicato a modelli di machine learning, all’intelligenza artificiale generativa e ai foundation model;
  • watsonx.data, soluzione open lakehouse, permette la gestione di grandi volumi di dati, di ogni tipologia, ovunque risiedano, garantendo la flessibilità di un data lake e le prestazioni di un data warehouse;
  • watsonx.governance, che gestisce in modo automatizzato il ciclo di vita dei modelli di intelligenza artificiale, rispettando i principi di affidabilità, trasparenza e spiegabilità.
Attualmente sono disponibili watsonx.ai e watsonx.data, mentre watsonx.governance arriverà entro la fine del 2023
La piattaforma garantisce l’accesso a tutti i dati aziendali, siano essi in cloud oppure on premise, da un unico punto, ed è stata concepita per essere utilizzata da utenti di ogni tipologia. I data scientist, naturalmente, ma anche figure meno tecniche, che potranno sfruttare gli strumenti self-service per accedere con semplicità ai dati aziendali.

Il futuro di watsonx

Nel corso del prossimo anno, watsonx continuerà ad evolversi e ci aspettiamo di rilasciare importanti novità“, spiega Kareem Yusuf, Ph.D, Senior Vice President, Product Management & Growth di IBM Software. “Ci concentreremo sull’espansione dei foundation model applicati ai vari casi d’uso aziendali, andando oltre il NLP, per la creazione di modelli con più di 100 miliardi di parametri per supportare casi d’uso sempre più mirati e personalizzati – ampliando le opportunità per le aziende e l’adozione”. Che prosegue: “la nostra capacità nell’ambito dell’AI, inoltre, ci permetterà di supportare ancora meglio le organizzazioni nella gestione del ciclo di vita end-to-end della governance, nella mitigazione dei rischi e nel perseguire le conformità alle normative AI e di settore in continuo aggiornamento. Questi aspetti sono così rilevanti da suggerire di avviare il processo di governance in concomitanza con l’adozione di modelli di AI”.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *