Dopo il 35° volo su Marte, il drone NASA Ingenuity si prepara al 36° (forse domani)

Another ICT Guy

Dopo il 35° volo su Marte, il drone NASA Ingenuity si prepara al 36° (forse domani)

Qualche giorno fa abbiamo scritto di come NASA Perseverance abbia raccolto un campione (ma ora sono due) di regolite marziana. Nel frattempo il piccolo drone NASA Ingenuity aveva completato il 35° volo, il primo con spostamento orizzontale dopo l’aggiornamento software avvenuto nelle scorse settimane. Come già detto più volte in passato, questo elicottero sta dimostrando ancora una volta di essere decisamente più resistente di quanto si potesse immaginare, superando ogni aspettativa.

nasa ingenuity

Il risultato permette di acquisire sempre più dati sulla possibilità di sviluppare droni con maggiore complessità da inviare su altri pianeti (o satelliti naturali, come Dragonfly che volerà su Titano). Inoltre ricordiamo che due unità di “classe Ingenuity” saranno la soluzione di backup per il recupero dei campioni della missione Mars Sample Return nel caso il rover Perseverance non dovesse essere più disponibile nei prossimi anni. Ecco le ultime informazioni.

NASA Ingenuity si sta preparando al 36° volo

Quando scrivemmo qualche giorno fa del 35° volo non erano ancora disponibili i dati. Il JPL ha ora aggiornato il flight log consentendoci di sapere che durante questo tentativo (riuscito) avvenuto il 3 dicembre durante il sol 635 il drone si è spostato orizzontalmente di 15 metri (rimanendo sempre nel campo volo X). Interessante notare che NASA Ingenuity si sia sollevato a una quota massima di 14 metri, mai raggiunta in precedenza.

nasa ingenuity

Questo è stato possibile sia grazie all’aggiornamento software, sia alle informazioni ottenute dall’altimetro laser nei precedenti voli. La quota massima era stata raggiunta durante i voli 10, 11 e 15 toccando i 12 metri (che era il precedente limite dell’altimetro laser). La velocità massima è stata di 3 m/s mentre la durata è stata di 52″.

nasa drone

Complessivamente NASA Ingenuity ha coperto una distanza di 7407 metri volando a una quota massima di 14 metri (come scritto) e a una velocità massima di 5,5 m/s per un totale di 59,9 minuti. Il JPL ha anche rilasciato le informazioni sul 36° volo che sarà non prima di domani. I dati preliminari parlano di una durata pari a 60,82″, una distanza orizzontale di 110 metri, una velocità massima di 5,5 m/s con una quota massima di 10 metri. Negli scorsi giorni, prima del 35° volo, il rover NASA Perseverance è anche riuscito a catturare un’immagine a distanza del drone mentre si trovava su una superficie leggermente inclinata nelle vicinanze della località chiamata Séítah (esplorata dal rover stesso).

Offerte di Natale: tutti gli sconti da non perdere adesso su Amazon con PC, GoPro, Google Pixel 7, cuffie ma anche tantissimi altri prodotti super scontati!

Seguici sul nostro
canale Instagram,
tante novità in arrivo!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *