Parte la costruzione della farm Bitcoin di Tesla e Blocks: alimentata da fotovoltaico e Megapack

Another ICT Guy

Parte la costruzione della farm Bitcoin di Tesla e Blocks: alimentata da fotovoltaico e Megapack

Circa un mese fa Tesla, Blockstream e Blocks avevano annunciato la volontà di costruire una farm per il mining Bitcoin, completamente alimentata da energie rinnovabili, con un campo fotovoltaico e accumulo energetico. In breve tempo si è passati dalle parole ai fatti poiché sono già arrivati sul luogo della costruzione i quattro Megapack, i moduli che Tesla solitamente utilizza per centrali di stoccaggio ad alta potenza.

Il progetto prevede la realizzazione di una struttura con un campo fotovoltaico dalla potenza totale di 3,8 MW, realizzato con pannelli Tesla Solar, la cui produzione può essere accumulata nelle batterie fino a 12 MWh di capacità.

Tesla Bitcoin

Il sistema alimenterà 30 Petahash al secondo, con energia 100% solare. Questa una breve descrizione: “La combinazione del fotovoltaico Tesla e delle apparecchiature a batteria Megapack guiderà i 30 Petahash al secondo dell’hardware di mining presso la struttura con il 100% di energia solare. Blockstream fornisce l’infrastruttura mineraria e le competenze per costruire e supervisionare il progetto, con l’obiettivo di completare l’impianto di mining di Bitcoin entro la fine dell’anno“.

Il progetto è probabilmente nato dalle polemiche scaturite quando Tesla decise di accettare pagamenti in criptovalute, considerate decisamente non sostenibili per via della grande quantità di energia necessaria per minarle.

Dunque una volta che la farm sarà operativa, le società coinvolte rilasceranno report regolari sulle prestazioni, al fine di comprendere se sia fattibile e realmente sostenibile ottenere Bitcoin esclusivamente da energia rinnovabile.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.