Soel presenta il nuovo yacht elettrico alimentato ad energia solare e con batteria enorme

Another ICT Guy

Soel presenta il nuovo yacht elettrico alimentato ad energia solare e con batteria enorme

Di certo l’acquisto di uno yacht non è alla portata di tutti, ma sapere che ci sono aziende che promuovono la mobilità sostenibile anche sull’acqua fa sicuramente piacere. È il caso di Soel Yacht, che oggi ha presentato il Senses 62, una versione più grande (e più lussuosa) del Senses 48 presentato alla fine dello scorso anno, che fornisce un’autonomia fino a 263 miglia nautiche.

La storia di Soel è piuttosto recente: l’azienda nasce nel 2006 con l’intento di rendere la mobilità marittima ecosostenibile. Tutte le imbarcazioni sono a propulsione elettrica e dotate di pannelli solari che rendono l’alimentazione completamente autonoma una volta in acqua. L’azienda collabora con associazioni come Okeanos Foundation e sviluppa le proprie tecnologie insieme a Naval DC con lo scopo di realizzare barche capaci di soddisfare qualsiasi esigenza, non solo privata, salvaguardando l’ecosistema marino.

Nel caso del Senses 62, parliamo di uno yacht, il quale si rivolge quindi ad un pubblico privato che non intende rinunciare al lusso, pur rimanendo proiettato verso la sostenibilità. La soluzione olandese, infatti, offre ben 9 posti letto a cui se ne aggiungono 3 con cabine separate dedicati all’equipaggio. Questi ultimi, inoltre, dispongono di un accesso esterno per garantire la massima privacy agli ospiti che alloggiano sulla barca. Non mancano, poi, diversi salotti, un ufficio, due sale da pranzo e una cucina open-space con il bar. Con una lunghezza di poco inferiore ai 19 metri, dal punto di vista del confort non manca assolutamente nulla.

Ciò che colpisce però della nuova imbarcazione è sicuramente l’autonomia, tra le più elevate della categoria. L’azienda ha definito il Senses 62 “trans-oceanico“, alludendo alla capacità dello yacht di attraversare gli oceani. Il propulsore è stato sviluppato con l’ormai storico partner Naval DC che ha consentito all’azienda di realizzare il sistema PMS, il più leggero della categoria con una media di 1kg / kW.

Nel caso specifico, il Senses 62 può ospitare due diversi propulsori: il Cruise e il Power. Il primo dispone di due motori da 100kW che si avvalgono di batteria al litio navale con una capacità di 282kWh ed un generatore da 100kW. Questo offre una velocità di crociera di 8 nodi e una velocità massima di 10 nodi. Il secondo, invece, ospita due potenti motori da 200kW e celle per una capacità complessiva di 424kWh abbinate ad un generatore da 150kW, che portano la velocità di crociera a 10 nodi e quella massima a 14 nodi.

La società ha sottolineato che in entrambi i casi è possibile portare la capacità complessiva della batteria fino a 564kWh ed ottenere così un’autonomia complessiva di ben 263 miglia nautiche (con un’andatura di 4 nodi). Da non dimenticare i pannelli fotovoltaici equipaggiati con la tecnologia esclusiva Soel per il raffreddamento attivo che gli consentono di sviluppare 17,6kWp. Teoricamente, questi sono in grado di eliminare la dipendenza da una stazione di ricarica rendendo l’imbarcazione autonoma al 100% (in condizioni ottimali chiaramente).

La società ha già aperto ai preordini del Senses 62, per un prezzo di partenza di 2,7 milioni di euro, a cui è possibile aggiungere praticamente qualsiasi tipo di personalizzazione per rendere unica la propria imbarcazione.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.