Unreal Engine 5 finalmente disponibile, la nuova era dei videogiochi è iniziata

Another ICT Guy

Unreal Engine 5 finalmente disponibile, la nuova era dei videogiochi è iniziata

Epic Games ha annunciato la disponibilità al download del motore di gioco Unreal Engine 5 per gli sviluppatori interessati a creare titoli next-gen sulle console o su PC. A due anni dal primo assaggio su PlayStation 5 e dopo aver ulteriormente fatto salire l’attesa con Matrix Il Risveglio, l’Unreal Engine 5 viene reso disponibile per il download forte di innumerevoli novità tra cui spiccano alcune tecnologie volte a rendere la grafica maggiormente fotorealistica, a partire da Lumen.

Lumen è una tecnologia di illuminazione globale completamente dinamica che consente agli sviluppatori di ricreare scenari credibili in cui le luci indirette si adattano al volo ai cambiamenti dell’illuminazione diretta o della geometria, ad esempio in base all’angolo del sole in una determinata ora del giorno, all’apertura di una porta verso l’esterno, ecc. La nuova soluzione semplifica la vita agli sviluppatori perché permette di saltare diversi passaggi, creando e modificando le luci le luci all’interno dell’editor in modo da “vedere la stessa illuminazione finale che i giocatori vedranno quando l’esperienza verrà eseguita su console e PC”.

L’altra novità di spicco si chiama Nanite, e permette di creare giochi con un elevatissimo numero di dettagli geometrici. Nanite virtualizza la geometria, ossia genera automaticamente quanto più dettaglio geometrico visibile e permette agli sviluppatori di importare direttamente in Unreal Engine asset di qualità cinematografica, composti da centinaia di milioni o miliardi di poligoni.

È possibile importare “qualsiasi cosa, dalle sculture di ZBrush alle scansioni di fotogrammetria, fino ai dati CAD”. Epic afferma che Nanite gestisce streaming e ridimensionamento dei dati in tempo reale senza perdita di qualità, e questo per gli sviluppatori si tradurrà in ambienti estremamente dettagliati creati con un processo molto meno dispendioso in termini di tempo e risorse.

Accanto a Nanite e Lumen c’è anche Temporal Super Resolution (TSR), una tecnologia di upsampling “indipendente dalla piattaforma e di alta qualità” che lavora per fare quello che AMD FSR / RSR, NVIDIA DLSS e Intel XeSS già fanno, ossia far renderizzare il motore a una risoluzione molto inferiore a quella nativa ma restituendo una qualità grafica finale simile a quella del rendering nativo, garantendo però allo stesso tempo maggiori prestazioni.

Queste sono solo una piccola parte delle novità comunicate da Epic Games. Se siete sviluppatori interessati, potete leggere qui la nota stampa e qui le note di rilascio.

Per aiutare gli sviluppatori a esplorare le novità di Unreal Engine 5, Epic Games ha reso disponibili due progetti gratuiti scaricabili, Lyra Starter Game e City Sample. Il secondo è particolarmente interessante perché “rivela come la scena della città di Matrix Il Risveglio è stata realizzata”. Il progetto consiste di una città completa con palazzi, veicoli e personaggi (i MetaHuman) e serve a dimostrare l’impatto delle nuove tecnologie in un’esperienza complessa.

Nel frattempo, The Coalition (Gear 5), ha diffuso un filmato della tech demo “The Cavern” per cui ha fatto uso di tutte le potenzialità del nuovo motore grafico di Epic Games, probabilmente come antipasto in vista del futuro Gears 6. Potete vedere lo sbalorditivo filmato di seguito:

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.