AMD conferma: c’è un bug nei driver che overclocca la CPU per errore

Another ICT Guy

AMD conferma: c’è un bug nei driver che overclocca la CPU per errore

AMD ha confermato l’esistenza di un bug nei driver grafici che innesca l’overclock, arbitrario e inconsapevole, delle CPU Ryzen. La società ha ammesso la presenza del problema sottolineando che sta già indagando in modo da risolvere il disagio quanto prima, anche se al momento non ha fornito nessun’altra informazione in merito.

“Siamo a conoscenza di un problema all’interno della nostra suite software che modifica alcune impostazioni dei processori AMD per alcuni utenti. Stiamo indagando sul problema e condivideremo ulteriori informazioni non appena sarà possibile” ha dichiarato un portavoce di AMD.

Ieri vi avevamo riportato le segnalazioni sul problema in questione, introdotto dai driver AMD Software Adrenalin dalla versione 22.3.1. In sostanza, attivando uno dei profili disponibili per la GPU il software applica automaticamente un overclock anche alla CPU. Questo comportamento sembra correlato all’integrazione del modulo Ryzen Master all’interno dei driver Radeon che, secondo l’azienda, punta a semplificare la procedura di overclock per gli utenti in possesso di una configurazione totalmente composta da hardware AMD.

Il problema più grande, però, nasce dall’inevitabile intervento di Ryzen Master sui parametri del BIOS che vengono sovrascritti, attivando il Precision Boost Overdrive (PBO) senza che l’utente ne venga informato. Per gli utenti esperti che erano intervenuti manualmente su tali valori, l’unica via è sovrascriverli nuovamente ripristinando il profilo precedente. Per quanto riguarda i meno avvezzi a tali pratiche, l’opzione migliore sembra quella di tornare ai driver precedenti in caso di instabilità.

Le CPU Ryzen possiedono tutti i meccanismi necessari ad evitare danni fisici al componente, ragione per cui dal punto di vista della sicurezza le preoccupazioni sono minime. Tuttavia, come la stessa utility ricorda (o meglio, ricordava, prima di farlo arbitrariamente) l’applicazione di un profilo che alteri i valori impostati dal produttore invalida la garanzia sull’hardware. Al momento il produttore non si è espresso a tal proposito, molto probabilmente perché ancora non è chiaro in che modo il software intervenga di sua sponte sulla CPU. Naturalmente, vi aggiorneremo in caso di ulteriori evoluzioni.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.