Google Maps si rinnova: pedaggi stradali, più dettagli e più integrazione con Siri e iOS

Another ICT Guy

Google Maps si rinnova: pedaggi stradali, più dettagli e più integrazione con Siri e iOS

Google Maps si arricchisce di nuove funzionalità che arriveranno in Italia già dalle prossime settimane. Sono tre importanti funzionalità sono volte ad aiutare le persone a pianificare i futuri viaggi e ad esplorare il mondo in maniera più semplice:

  • Informazioni sui pedaggi stradali: una funzione per consentire ai conducenti in luoghi con strade a pedaggio di tenere conto delle tariffe di pedaggio quando si valutano le opzioni di percorso per un dato viaggio.
  • Mappe ancora più dettagliate: nuove funzionalità volte ad arricchire le strade in cui viaggiamo con informazioni come la larghezza della strada, marciapiedi, semafori e segnaletica stradale.
  • Più integrazione con iOS e Siri: ora, le funzionalità di ricerca e direzione di Google Maps sono facilmente accessibili direttamente da Spotlight e Siri.

Google Maps: informazioni sui pedaggi stradali

Con i nuovi aggiornamenti potremo dire addio al problema di dover pianificare i viaggi avendo delle sorprese come i costi di pedaggio delle strade. Sì, perché Google ha pensato bene di bypassare la cosa introducendo nelle prossime settimane anche per l’Italia informazioni sui pedaggi stradali. Presto, dunque, gli utenti potranno trovare tra le informazioni inerenti ad una pianificazione di uno spostamento la stima del costo del pedaggio per la destinazione ancora prima di iniziare la navigazione. Questo grazie alle informazioni affidabili delle autorità locali di pedaggio. Google ha deciso di prendere in considerazione fattori come il costo dell’utilizzo di un pass per il pedaggio o altri metodi di pagamento, il giorno della settimana e l’ora specifica in cui verranno attraversati.

Inoltre quando è disponibile un percorso senza pedaggio, Google Maps lo mostrerà comunque come opzione. Come sempre, sarà possibile scegliere di evitare di vedere completamente i percorsi con strade a pagamento. Basterà toccare i tre puntini nell’angolo in alto a destra delle indicazioni in Google Maps per vedere le opzioni del percorso e selezionare “Evita pedaggi”. Gli utenti inizieranno a vedere i prezzi dei pedaggi su Android e iOS già da questo mese per quasi 2000 strade a pedaggio negli Stati Uniti, India, Giappone e Indonesia – con altri paesi in arrivo.

Google Maps: mappe ancora più dettagliate

Guidare su strade sconosciute può essere stressante, soprattutto di notte o con dei passeggeri. Ecco che Google sta cercando di aggiungere nuovi dettagli all’esperienza di navigazione di Maps in modo che gli utenti possano esplorare con maggiore tranquillità. Presto quindi sarà possibile visualizzare i semafori e gli stop lungo il percorso, insieme a maggiori dettagli come i contorni degli edifici e le aree di interesse. E, in alcune città selezionate, sarà possibile vedere informazioni ancora più dettagliate, come la forma e la larghezza di una strada, comprese le banchine o isole stradali: sarà possibile capire meglio dove si troverà l’utente e ridurre le probabilità di fare cambi di corsia all’ultimo minuto o di perdere una svolta.


Clicca per ingrandire

La nuova mappa di navigazione sarà disponibile in alcuni paesi nelle prossime settimane su Android, iOS, Android Auto e CarPlay.

Google Maps: più integrazione con iOS e Siri

Durante gli spostamenti l’efficienza è importante sia che si utilizzi Siri per cercare indicazioni mentre si è al volante, sia che si cerchi qualcosa rapidamente all’interno di Google Maps. Per questo, Google ha deciso di introdurre nuovi aggiornamenti per iOS che rendono Google Maps più facile da usare in viaggio.

  1. Accedere a Google Maps dalla schermata iniziale con i nuovi widget: il nuovo widget dei viaggi memorizzati permette di accedere ai viaggi che gli utenti avranno memorizzato nella propria Go Tab direttamente dalla schermata iniziale di iOS, rendendo ancora più facile ottenere indicazioni. Gli utenti potranno vedere l’orario di arrivo e persino un itinerario suggerito se si sta guidando. Google ha deciso anche di rimpicciolire il widget di ricerca di Google Maps già esistente, così da poter cercare i luoghi preferiti o navigare verso le destinazioni più frequenti con un semplice click. Basterà aver scaricato l’ultima versione dell’app Google Maps per vedere questi widget nelle prossime settimane.
  2. Navigare dal proprio Apple Watch: avere un Apple Watch e vi trovarsi costantemente fuori casa – e lontano dal telefono – permetterà molto presto di ottenere indicazioni su Google Maps direttamente dallo smartwatch. Tra poche settimane, non sarà più necessario iniziare la navigazione dal proprio iPhone. Basterà toccare la scorciatoia di Google Maps nell’app su Apple Watch, e la navigazione partirà automaticamente. Sarà possibile anche aggiungere la complicazione “Portami a casa” e toccarla per avviare la navigazione verso casa su Google Maps.

  3. Cercare e ottenere indicazioni con Siri e Spotlight: Google Maps si sta integrando direttamente in iOS Spotlight, Siri e l’app Comandi. Basta dire “Ehi Siri, ottieni indicazioni in Google Maps” o “Ehi Siri, cerca in Google Maps” per accedere immediatamente alle informazioni utili di Google Maps. In questo caso questa novità arriverà nei prossimi mesi, con una funzionalità di ricerca Siri migliorata che arriverà quest’estate.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.