Le CPU da 6 core sono le più amate dai giocatori su Windows, lo dice Steam

Another ICT Guy

Le CPU da 6 core sono le più amate dai giocatori su Windows, lo dice Steam

L’ultimo sondaggio mensile “Hardware e Software” di Steam vede finalmente i processori a 6 core in cima alle preferenze dei giocatori che usano Windows. Si tratta di un risultato da un lato rilevante, considerati che shortage e pandemia che hanno sicuramente frenato molti dall’aggiornare la propria configurazione, dall’altro perfettamente prevedibile vista la diffusione di CPU a 6 core nell’offerta di AMD e Intel.

In particolare, il sondaggio rivela che nel solo mese di marzo l’adozione su Windows dei processori a 6 core è aumentata dell’1,19% facendo segnare un risultato del 34,22% che spodesta per la prima volta i processori quad-core dalla prima posizione, relegandoli al secondo posto con il 33,74%. È interessante notare che anche le configurazioni che superano i 6 core hanno subito un lieve aumento di varia entità, con un +0,01% ottenuto persino dalle soluzioni a 24 core. Naturalmente, anche le proposte a 8 core stanno trovando sempre più diffusione, anche se l’aumento si è fermato a un più timido 0,49%.

Un segno, questo, che dimostra quanto sia ancora florido il mercato gaming nel settore informatico, ragione che d’altronde sta spingendo Intel ad addentrarsi nell’ambito delle schede video dedicate. Un dato, però, in controtendenza con le soluzioni adottate per macOS, dove i 6 core cedono il passo agli 8 core che con uno +0,88% dominano le configurazioni degli utenti della Mela con un risultato complessivo del 37,9%. Situazione simile per gli utenti Linux, dove gli 8 core fanno registrare un +0,95%, a fronte però delle soluzioni quad-core che mantengono il primo posto con il 35,61%.

Per quanto concerne le schede video, come forse prevedibile, non è cambiato molto. La GeForce GTX 1060 rimane il modello più diffuso, anche se la RTX 2060 scavalca un’altra posizione raggiungendo finalmente il podio. È evidente che le innumerevoli circostanze negative, causa dell’aumento spropositato dei prezzi delle GPU, abbiano avuto un impatto a dir poco incisivo sul mercato delle GPU.

La GTX 1060, ormai con una veneranda età di ben 6 anni, ha fatto comunque registrare un +0,19% che dimostra quanto il mercato dell’usato abbia rappresentato un punto di riferimento nell’ultimo periodo. Si tratta di una prima posizione che la GTX 1060 detiene ormai da diversi anni. In ogni caso, le prospettive per il futuro sembrano lasciare un po’ di speranza ai videogiocatori (soprattutto sul fronte di prezzi e disponibilità) e nell’arco di un anno la GTX 1060 potrebbe trovare finalmente la sua erede.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.