Lapsus$, due adolescenti accusati dalla polizia di Londra

Another ICT Guy

Lapsus$, due adolescenti accusati dalla polizia di Londra

Dopo l’arresto, avvenuto nelle scorse settimane, di sette ragazzi britannici sospettati di appartenere al famigerato gruppo hacker Lapsus$, la polizia di Londra ha ora accusato due di loro di diversi reati informatici, mantenendoli in custodia.

L’ispettore investigativo Micheal O’Sullivan, della polizia della City di Londra, ha dichiarato: “Due adolescenti, un 16enne e un 17enne, sono stati accusati in relazione all’indagine e rimangono in custodia di polizia”. Secondo quanto dichiarato, entrambi i ragazzi sono stati accusati di: “tre accessi non autorizzati ad un computer con l’intento di compromettere l’affidabilità dei dati, frode per falsa rappresentazione e un accesso non autorizzato ad un computer con l’intento di ostacolare l’accesso ai dati”.

Tra i due, il 16enne è stato inoltre accusato di aver “indotto un computer a svolgere una funzione per proteggere l’accesso non autorizzato ad un programma”. Entrambi i ragazzi sono comparsi davanti all’Highbury Corner Magistrates Court lo scorso 1 aprile.

Tra i sette arresti delle scorse settimane vi era anche un residente di Oxford conosciuto con gli pseudonomi di “Breachbase” o “White” e ritenuto essere – pur ancora senza valide prove a sostegno della tesi – la vera mente dietro i colpi che il gruppo hacker Lapsus$ è riuscito a portare a segno negli scorsi mesi. Non è dato sapere se tra i due fermati vi sia anche questo ragazzo, ma trattandosi di minorenni non è possibile riportare alcuna informazione identificativa su di loro.

Samsung, NVIDIA, Microsoft, Okta sono solo alcuni delle vittime di Lapsus$, il cui modus operandi è quello di sottrarre codice sorgente appartenente ai bersagli, annunciare il bottino sul proprio canale Telegram e renderlo disponibile tramite strumenti p2p.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.