Niente FIFA 23? Il nuovo gioco probabilmente cambierà nome. Ecco come si chiamerà

Another ICT Guy

Niente FIFA 23? Il nuovo gioco probabilmente cambierà nome. Ecco come si chiamerà

Sembra ormai molto probabile il cambio di nome del prossimo videogioco della serie FIFA in favore della nuova denominazione “EA Sports Football Club”. Tradotto significa che quest’anno non vedremo sugli scaffali il noto videogioco calcistico con la scritta FIFA 23. Una rivoluzione molto importante per il mondo del gaming, ma che per certi versi sembra essere inevitabile.

Addio FIFA? “In arrivo EA Sports Football Club”

Da tempo Electronic Arts (EA) e la FIFA hanno perso l’intesa di una volta a causa di vedute differenti sull’uso del marchio. In poche parole, una questione di soldi e di sviluppo di nuove iniziative. La FIFA avrebbe chiesto 1 miliardo di dollari a Electronic Arts per continuare la collaborazione e sfruttare il nome e il logo dell’associazione che governa il calcio mondiale.

Zune

Electronic Arts e la federazione internazionale, infatti, non sono ancora arrivati a un accordo per la concessione della licenza per FIFA 23. “Perdere il brand FIFA comporta sia rischi commerciali che opportunità per EA” ha spiegato Piers Harding-Rolls, analista di Ampere Analysis, a GamesIndustry.biz. Con un nome come EA Sports FC, secondo l’analista, EA potrebbe diventare più competitiva nel mondo degli eSport, ma potrebbe perdere buona parte del pubblico più disattento che è abituato al nome FIFA. La federazione internazionale, infatti, potrebbe concedere questo nome a un altro produttore di videogiochi concorrente.

“Direi – e questo potrebbe essere un po’ di parte – che il marchio FIFA ha più significato come videogioco che come organo di governo del calcio. Non lo diamo per scontato e cerchiamo di non essere arroganti. Ho lavorato molto duramente per cercare di far capire alla FIFA di cosa abbiamo bisogno per il futuro“.

“Fondamentalmente, quello che otteniamo dalla FIFA in un anno senza Coppa del Mondo sono le quattro lettere sulla parte frontale della scatola, in un mondo in cui la maggior parte delle persone non vede nemmeno più la scatola perché acquista il gioco in digitale“, aveva detto a novembre il CEO di EA, Andrew Wilson.

Dopo mesi dall’uscita di Wilson la situazione si è evoluta, ma a quanto pare non in maniera positiva. I rapporti tra le due realtà si sono fatti sempre più complicati: EA avrebbe rinunciato al pagamento del miliardo di dollari richiesto per imboccare una strada nuova, densa di sfide ma anche di opportunità.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.