Blue Origin: la società di Bezos completa la quarta missione spaziale con equipaggio

Another ICT Guy

Blue Origin: la società di Bezos completa la quarta missione spaziale con equipaggio

Blue Origin, la società di Jeff Bezos (ex-CEO di Amazon), torna a volare con la nuova missione NS-20 sfruttando il razzo e la capsula riutilizzabili New Shepard. Come sempre ricordiamo che non si tratta di missioni orbitali ma che arrivando oltre i 100 km di quota sono comunque considerabili missioni spaziali in quanto superano la linea di Kármán che è quella linea immaginaria che delimita l’atmosfera inferiore da quello che è considerato Spazio.

A differenza delle missioni Polaris o di Inspiration4, quelle del razzo New Shepard sono missioni meno complesse per quanto non esenti da rischi. La durata del volo è di pochi minuti ma anche il costo, pur non essendo abbordabile in senso assoluto, dovrebbe essere più economico. Dati ufficiali non ne sono mai stati rilasciati, ma sappiamo che Virgin Galactic vende i suoi biglietti a 450 mila dollari. Molto probabilmente Blue Origin effettua prezzi simili o leggermente superiori. Una missione orbitale invece arriva a costare ben più di 10 milioni di dollari per ogni sedile.

blue origin ns-20

La nuova missione Blue Origin NS-20 (New Shepard)

Alle 15:58 del 31 marzo è partito il razzo New Shepard che ha portato nello Spazio l’equipaggio all’interno della capsula. Questa missione, NS-20, è la ventesima per questo genere di vettori e la quarta con equipaggio dopo la prima di luglio del 2021 dove l’equipaggio era composto dallo stesso Jeff Bezos, il fratello Mark Bezos, Wally Funk e il diciottenne Oliver Daemen.

blue origin

Questa volta all’interno della capsula di Blue Origin erano presenti Marty Allen, Sharon Hagle, Marc Hagle, Jim Kitchen, Gary Lai e George Nield. Come dichiarato da Phil Joyce (SVP di New Shepard) “congratulazioni ai nostri astronauti per la missione odierna sopra la linea di Kármán. Abbiamo avuto l’onore di pilotare in sicurezza questo equipaggio di sei persone, ognuno con la propria storia di tutoraggio e passione per il volo spaziale umano. Non vediamo l’ora che arrivino molti altri voli quest’anno e siamo grati ai nostri clienti astronauti per la loro fiducia in questo fantastico team”.

turismo spaziale

Tra i sei membri, ad avere un legame speciale con il sistema di lancio è Gary Lai. Lai è capo progettista di New Shepard e uno dei primi venti dipendenti della società ed era visibile in altri streaming quando spiegava alcune curiosità. Per la prima volta Lai ha quindi potuto volare su un razzo pensato da lui.

La missione avrebbe dovuto partire alle 15:30 (ora italiana) di ieri, ma come accaduto in passato, c’è stato un ritardo di poco meno di mezz’ora prima del lancio. Ancora una volta i passeggeri sono stati condotti dalla zona di pre-volo alla torre di lancio con alcuni fuoristrada elettrici forniti da Rivian. Jim Kitchen ha anche portato nello Spazio una piccola bandiera dell’Ucraina e il passaporto che utilizzò quando visitò il paese per mostrare supporto alla nazione.

blue origin

La quota massima raggiunta è stata pari a circa 107 km dopo 4 minuti e 7 secondi dal lancio. La sensazione di assenza di peso è stata avvertita dall’equipaggio di NS-20 di Blue Origin intorno a 2 minuti e 36 secondi fino a 5 minuti e 33 secondi. Il razzo è atterrato correttamente sulla piazzola come previsto e potrà essere riutilizzato. La capsula invece è stata frenata nella sua discesa da paracadute. In tutto il volo è durato circa 10 minuti.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.