GeForce RTX 3090 Ti ufficiale: 2249 euro per la GPU Ampere senza freni

Another ICT Guy

GeForce RTX 3090 Ti ufficiale: 2249 euro per la GPU Ampere senza freni

Se ne è fatto un gran parlare, soprattutto perché è stata rimandata senza spiegazioni, ma alla fine NVIDIA ce l’ha fatta: la GeForce RTX 3090 Ti è finalmente ufficiale. La nuova portabandiera della famiglia GeForce RTX 3090 Ti estrae tutto il possibile dall’architettura Ampere basandosi su una GPU GA102 completamente attiva in abbinamento a memorie GDDR6X ancora più veloci, impostate a 21 Gbps.

Si tratta di un “upgrade” dal costo di 500 dollari, dato che la RTX 3090 Ti arriva sul mercato USA con un prezzo di listino di 1999 dollari rispetto ai 1499 dollari della RTX 3090. Ovviamente stiamo parlando di prezzi consigliati da NVIDIA, quelli reali raggiungeranno valori senz’altro maggiori, almeno in principio. Di buono, almeno in teoria, c’è che la RTX 3090 Ti potrebbe col tempo spingere la RTX 3090 su listini più abbordabili.

Per quanto riguarda l’Italia, NVIDIA ha comunicato un listino di 2249 euro rispetto a 1649 euro della RTX 3090 (+600 euro), entrambe in versione Founders Edition (che ci sarà, seppur in quantità limitate).

Il risultato netto dell’attivazione di tutti e 84 gli Streaming Multiprocessors è un numero di 10752 CUDA core capaci di operare fino a 1,86 GHz, ben 160 MHz in più rispetto alla RTX 3090. Accanto alla GPU troviamo 24 GB di memoria GDDR6X realizzata da Micron con una velocità di 21 Gbps: a bordo della scheda ci sono 12 chip da 2 GB e non 24 chip come nell’originale RTX 3090.

Questo miglioramento tecnico permette di contenere (almeno un pochino) i consumi e permette sia a NVIDIA che ai partner di non dover approntare complicate soluzioni per raffreddare i chip di memoria nella parte posteriore della scheda. Tutto, questa volta, è stato posizionato su un’unica faccia del PCB.

Le specifiche più elevate in termini di core e frequenze, a parità di processo produttivo, hanno chiaramente un impatto sulla potenza richiesta che sale dai 350W della RTX 3090 a ben 450W. I progetti dei partner si spingeranno persino oltre, arrivando “pericolosamente” vicini ai 500W.

Al fine di supportare questa richiesta di energia, NVIDIA ha aggiornato sia la parte di alimentazione che il sistema di raffreddamento. La RTX 3090 Ti è la prima scheda in assoluto a essere dotata del connettore 12VHPWR da 16 pin, capace di trasportare fino a 600W. La scheda non fa un uso completo delle capacità di questo nuovo connettore (ossia non usa i 4 pin di segnale), il che significa che l’erogazione di energia raggiunge un tetto massimo di 450W.

  Nvidia GeForce RTX 3090 FE Nvidia GeForce RTX 3090 Ti FE
Architettura Ampere Ampere
Processo produttivo Samsung 8nm Samsung 8nm
CUDA Core 10496 10752
Base Clock 1,4 GHz 1,67 GHz
Boost Clock 1,7 GHz 1,86 GHz
Memoria 24 GB GDDR6X 24 GB GDDR6X
Velocità memoria 19,5 Gbps 21 Gbps
TGP 350 W 450 W
Alimentatore richiesto 750 W 850 W
Alimentazione 2 x PCIe 8 pin (adattatore incluso) o cavo 1 x 12-pin 3 x PCIe 8 pin (adattatore incluso) o 1 x cavo PCIe Gen5 450W

Per quanto riguarda il sistema di raffreddamento, sebbene il dissipatore della Founders Edition sia del tutto simile in apparenza a quello della RTX 3090, l’azienda ha operato alcune modifiche alla camera di vapore (purtroppo non meglio precisate) per migliorarne le prestazioni.  

In termini prestazionali, NVIDIA afferma che la GeForce RTX 3090 Ti è mediamente il 9% più veloce della RTX 3090 in gaming, il 64% più veloce della RTX 2080 Ti e il 52% più veloce della TITAN RTX (Turing). Poiché si tratta di una scheda rivolta anche a content creator, l’azienda dichiara che in applicazioni come Blender, Maya o Cinema 4D la nuova arrivata “offre dal 42% al 102% di prestazioni in più rispetto alla RTX 2080 Ti e alla TITAN RTX”.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.