SpaceX Starlink raggiunge i 250 mila iscritti al servizio e guarda avanti

Another ICT Guy

SpaceX Starlink raggiunge i 250 mila iscritti al servizio e guarda avanti

Recentemente il servizio Starlink di SpaceX è stato sotto i riflettori in due occasioni: nel primo caso si tratta delle forniture di antenne e router ai cittadini ucraini colpiti dalla guerra, nel secondo caso invece per la possibilità di connettere gli abitanti di Tonga che hanno subito le conseguenze dell’eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai.

starlink spacex

La costellazione di satelliti per la connettività Internet ad alta velocità e bassa latenza sta continuando a crescere in termini di unità (nonostante qualche problema). Fino a questo momento sono state lanciate 2335 unità delle quali 2112 sono ancora in orbita e 2086 sono attualmente funzionanti. Lo scopo però è quello di avere una costellazione di migliaia di satelliti così da coprire sempre più aree della Terra e avere sempre prestazioni ottimali. Le ultime informazioni sono state fornite ufficialmente durante una conferenza in queste ore (Satellite 2022).

Le ultime informazioni su SpaceX Starlink

Secondo quanto riportato attualmente a livello globale sarebbero 250 mila utenti (consumer e professionali) quelli che avrebbero sottoscritto un abbonamento al servizio di SpaceX. Interessante notare come Jonathan Hofeller (dirigente della società) abbia sottolineato come la costruzione dei satelliti proceda a pieno ritmo riuscendo a realizzarne quasi otto al giorno. Questo sarà fondamentale sia per sostituire le unità a fine servizio o non funzionanti ma anche per ingrandire via via la costellazione.

Oltre a interessarsi dei servizi consumer, SpaceX ha da qualche tempo aperto anche agli utenti professionali e corporate. Un esempio di questo tipo è la collaborazione con Google per il cloud annunciata a maggio dello scorso anno. Ma Starlink in futuro potrebbe essere impiegato anche in altri settori, come la connettività a bordo degli aeroplani.

starlink connessione

Con gli utenti che desiderano essere sempre connessi, la possibilità di avere connessioni veloci e stabili anche in volo (a prezzi accessibili) potrebbe essere un nuovo mercato per le costellazioni satellitari in orbita bassa. Attualmente sono in corso alcuni test su diversi aeromobili e in futuro ci sarà la certificazione definitiva dell’hardware necessario per la connessione. Le prestazioni che saranno in grado di offrire potrebbero permettere a ogni singolo passeggero di guardare video in streaming, secondo Hofeller.

Un salto in avanti arriverà quando Starlink di seconda generazione saranno attivi. In questo caso ci saranno diverse migliorie tecniche. In orbita ci saranno un maggior numero di unità e un minore costo operativo e di lancio grazie all’utilizzo di Starship. Attualmente non è chiaro se il progetto sia effettivamente profittevole per la società, ma sicuramente Elon Musk sta puntando molto sul futuro in questo senso.

starlink sat

Ricordiamo che questo servizio non è inteso per sostituire la connettività via cavo ma per raggiungere zone poco urbanizzate o di difficile connessione con sistemi convenzionali. Il prezzo quindi potrebbe non essere conveniente per moltissimi utenti, ma per chi si trova in condizioni particolari potrebbe diventare una scelta quasi obbligata (rispetto agli altri operatori, soprattutto per chi opera in orbita geostazionaria). La costellazione satellitare di SpaceX inoltre è sotto osservazione da parte della NASA che ha già scritto all’FCC in merito ad alcune problematiche che potrebbero sorgere.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.