Xiaomi 12 series ‘domina la scena’ a Firenze tra arte e cinema

Another ICT Guy

Xiaomi 12 series ‘domina la scena’ a Firenze tra arte e cinema

Xiaomi, tra i marchi più celebri di telefonia, ha presentato anche in Italia l’attesissima serie Xiaomi 12 attraverso un evento scenografico. Per celebrare l’arrivo della serie nel Bel Paese, il colosso cinese ha scelto Fondazione Zeffirelli a Firenze come location di presentazione, un museo nel cuore del capoluogo toscano che racconta il famoso regista, sceneggiatore e scenografo Franco Zeffirelli.

Zune

La gamma di compone di tre smartphone: Xiaomi 12, Xiaomi 12X e Xiaomi 12 Pro. Proprio in virtù del legame tra Xiaomi e il mondo del cinema, iniziato con il sostegno della più importante mostra d’arte cinematografica italiana e proseguito con il coinvolgimento di alcuni dei più celebri registi e attori del nostro Paese, la serata è stata anche l’occasione per svelare l’Ambassador con cui l’azienda desidera avvicinare i propri consumatori alla nuova famiglia di smartphone. Luca Argentero, attore, doppiatore e autore, grazie alla sua naturale semplicità, unita a uno stile deciso ed elegante, incarna alla perfezione l’essenza di Xiaomi 12 Series, motivo per cui sarà il protagonista della nuova campagna di comunicazione locale, on air a partire da maggio. 

Zune

Durante l’evento Davide Lunardelli, Head of Marketing di Xiaomi Italia, ha spiegato le potenzialità dei tre dispositivi e inoltre è stato mostrato dal vivo CyberDog, il cane robot di Xiaomi. Design, fotocamera e potenza sono le caratteristiche dove Xiaomi vuole imporsi con questa gamma di smartphone. Per le versioni standard e X è stato scelto un design compatto con un display da 6,28 pollici. La versione Pro, ancora più elegante raggiunge un ampiezza di 6,73 pollici. La scelta di Xiaomi è stata quella di offrire tre prodotti top ma con caratteristiche leggermente diverse, al fine di soddisfare l’esigenze degli utenti.

“Domina la scena è il claim scelto per la nuova Xiaomi 12 Series proprio per il suo stampo cinematografico e per la capacità di evocare il mondo che vive davanti e dietro l’obiettivo, che sia quello di una macchina da presa o di uno smartphone. Oltre ad incarnare un valore, dunque, rappresenta per Xiaomi anche un approccio alla comunicazione, che si traduce in connessioni virtuose con l’eccellenza italiana, al fine di celebrare il valore e la credibilità del brand e dei nostri prodotti. Il nostro ambassador, le iniziative e le collaborazioni presentate vanno esattamente in questa direzione, e non potremmo esserne più orgogliosi”, ha commentato, Davide Lunardelli, Head of Marketing di Xiaomi Italia.

Zune

Infine, sempre nel corso dell’evento, Xiaomi ha annunciato una nuova collaborazione con la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, tra i musei più importanti in Italia per l’arte moderna europea e americana del XX secolo. L’accordo prevede la creazione di una serie contenuti video che verranno condivisi sull’account Instagram del museo fino al 31 agosto, 2022. Il progetto di comunicazione digitale, sostenuto da Xiaomi, racconterà alcuni dei capolavori conservati a Palazzo Venier dei Leoni, la mostra Surrealismo e magia. La modernità incantata, in apertura il 9 aprile prevede la direzione artistica dei creator Salvatore “Surry” Cinquegrana e Alberto Carrato, che utilizzeranno gli smartphone della serie Xiaomi 12 per la realizzazione dei contenuti.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.