Amazon Echo Buds 2: le cuffie con Alexa. La recensione

Another ICT Guy

Amazon Echo Buds 2: le cuffie con Alexa. La recensione

Le cuffie true wireless sono ormai un accessorio imprescindibile della vita quotidiana. Tutti i più importanti produttori di smartphone e non praticamente ne hanno realizzati almeno una versione se non più di una. Finora, almeno in Italia, mancava all’appello Amazon che aveva già realizzato i suoi Echo Buds di prima generazione nel 2019 ma che purtroppo non erano mai giunti nel nostro paese. Gli Echo Buds 2 invece sono disponibili su Amazon.it e questo ci ha permesso di provarli. 

L’ aspettativa è alta soprattutto perché gli auricolari di Amazon supportano nativamente Alexa e questo, per chi è abituato ad usarla quotidianamente in casa, potrebbe essere facilmente un plus nell’acquisto di questi Echo Buds 2. Migliorano a livello pratico perché questa seconda generazione riduce le dimensioni e dunque di pari passo dovrebbe migliorare la comodità di utilizzo. Non solo perché Amazon aggiorna la custodia di ricarica proponendo ora una porta USB-C ma soprattutto anche proponendo una doppia versione: con o senza ricarica wireless.

[HWUVIDEO=”3225″]Amazon Echo Buds 2: finalmente in ITALIA! La recensione[/HWUVIDEO]

E poi chiaramente c’è la qualità musicale che, a discrezione di Amazon, migliora e non di poco nell’uso di tutti i giorni con una cancellazione del rumore più completa e con la possibilità di avere anche alcune funzionalità integrate come la localizzazione degli auricolari tramite applicazione e ancora l’allenamento con Alexa quale coach che informa sui progressi della corsa. Insomma auricolari da scoprire che vengono proposti ad un prezzo di 119€ nella versione con ricarica tramite cavo e 139€ con la custodia a ricarica wireless

 

UNBOXING e SPECIFICHE

A livello di unboxing sappiate che qualche novità rispetto ad altri concorrenti la troverete con questi Amazon Echo Buds 2. Il motivo è presto detto perché la scatola, esteticamente identica ad altri prodotti dell’azienda, propone oltre alla custodia e gli auricolari, un doppio set di gommini che permettono di adattare al massimo le cuffie ai propri condotti auricolari. Ci sono infatti tre diversi gommini in silicone, oltre a quelli già inseriti sugli auricolari, che permetteranno di adattare le cuffie al padiglione auricolare. E poi ci sono anche tre inserti in silicone con una specifica aletta che garantiranno un ulteriore aderenza della cuffia all’orecchio. Insomma sarà impossibile non trovare la giusta ”calzata” dell’auricolare con questi accessori predisposti da Amazon. Infine, cosa non da poco, c’è anche un cavo di ricarica USB-C. 

Per quanto riguarda invece le specifiche di questi nuovi Amazon Echo Buds 2 sappiate che gli auricolari sono alimentati dal chipset Bluetooth Realtek RTL8763C, con codec audio integrato, e supportano la versione Bluetooth 5.0 HFP (Hands-Free Profile) per le chiamate, A2DP (Advanced Audio Distribution Profile) per lo streaming di contenuti audio, AVRCP (Audio/Video Remote Control Profile) per il controllo di dispositivi multimediali tramite comando vocale, Serial Port Profile per il collegamento a telefoni Android via Bluetooth e iPod Accessory Protocol per il collegamento ad iPhone via Bluetooth. 

A livello di driver sappiate che Amazon inserisce driver dinamici da 5.7 mm, un sistema a 3 microfoni per auricolare di cui due esterni con beamforming ed uno interno. Ci sono i vari sensori come l’accelerometro, il sensore di prossimità e anche il sensore touch per permettere all’utente di utilizzare il proprio dito per comandare il tutto. Posseggono poi anche la certificazione IPX4 che li protegge dagli schizzi dell’acqua e dunque anche dal poterli usare durante gli allenamenti con il sudore. La certificazione è, in questo caso, riferita esclusivamente all’auricolare e non alla custodia.   

Specifiche tecniche a parte, Amazon Echo Buds 2 offrono tante funzionalità. La loro caratteristica distintiva è la cancellazione attiva del rumore, che è piuttosto standard per gli auricolari di questa fascia di prezzo così come anche la modalità Ambiente che permette di ascoltare tutto quello che accade intorno all’utente senza dover togliere l’auricolare dall’orecchio. 

DESIGN

Amazon Echo Buds 2 sono auricolari in pieno stile Amazon. Non c’è un’emulazione del design nei confronti di Apple, come spesso accaduto con altri brand. Qui Amazon ha deciso di progettare i suoi auricolari nel pieno rispetto del suo stile anche se questo forse li ha resi un pochino anonimi e non particolarmente appariscenti. Poco male perché gli auricolari sono semplici e minimali con una scocca esterna in policarbonato opaca in due diverse colorazioni: bianca e nera a scelta dell’utente. 

La parte invece che si avvicina di più al bulbo da inserire nel padiglione auricolare è stata rivestita con del policarbonato lucido creando un effetto più premium di quello che si potrebbe pensare di trovare su di un paio di auricolari di questa fascia di prezzo. Ma sappiamo che Amazon ha sempre guardato più all’uso che alla bellezza e questi Echo Buds 2 non fanno altro che essere più pratici che belli, anche se ammettiamo che a noi sono piaciuti anche esteticamente. 

Gli auricolari, come detto, non posseggono alcun tipo di stelo ma sono a bottone con un bulbo esterno particolarmente importante per dimensioni ma anche particolarmente leggero. In questo caso dati alla mano sappiate che un singolo auricolare possiede dimensioni pari a 20 x 19,1 x 19,1 mm mentre il suo peso è di soli 5,7 grammi. Questo garantisce di non appesantire l’orecchio nel momento in cui vengono indossati non recando dolore anche dopo diverse ore di utilizzo. Ci sono auricolari maggiormente ergonomici di questi ma di fatto utilizzandoli per diversi giorni e ore non abbiamo mai avuto problemi da questo punto di vista segno che la progettazione di Amazon è risultata ottimale in base alla conformazione dell’orecchio umano. 

La custodia invece è un pochino meno premium. La scocca è in policarbonato opaco, proprio come la parte esterna dell’auricolare, mentre internamente il colore risulta leggermente più chiaro, tendente al grigio scuro. Le dimensioni non sono esagerate ma la forma della custodia forse non è delle migliori e in tasca crea una piccola bozza. Nello specifico, se ve lo state chiedendo, sappiate che le dimensioni della custodia sono di 66,8 x 28,6 x 39,1 mm con un peso di 44,4 grammi per la versione solo cavo o di 47.6 grammi per quella wireless. Come al solito anche con le Echo Buds 2 di Amazon è possibile accedere agli auricolari aprendo il coperchio della custodia con un semplice e veloce gesto. Coperchio a chiusura magnetica che ammettiamo forse è la parte peggio riuscita del prodotto perché tanto leggero, un po’ ballerino e insomma forse un po’ troppo economico. 

Se sul fondo della custodia è presente il logo riconoscitivo di Amazon, nella parte posteriore viene invece posizionata la porta USB-C per la ricarica con accanto il pulsante per l’accoppiamento con lo smartphone via Bluetooth. Anteriormente invece è presente un classico LED colorato che permette di capire in base alla colorazione (verde, rosso o blu) se la batteria della custodia risulta carica, scarica o se il dispositivo è collegato allo smartphone. Doppio LED invece presente internamente che indica invece lo stato di ricarica o di collegamento degli auricolari con la custodia. 

Abbiamo avuto la possibilità anche di provare la base di ricarica Anker che può essere acquistata in bundle (risparmiando) con gli auricolari. In questo caso la Anker PowerWave è una piccola base di ricarica wireless creata appositamente per la custodia delle cuffie di Amazon. La piastra infatti possiede una piccola cavità sagomata che garantisce il perfetto allineamento della custodia. Qui la base fornisce una carica a 5W agli auricolari ma permetterà anche ricarica wireless a qualsiasi altro device visto che possiede la certificazione Qi. 

La piccola base è ben fatta, possiede dei piccoli gommini nella parte inferiore che non permettono alla base stessa di scivolare una volta poggiata sulla scrivania o su di una qualsiasi superficie. Non solo perché la PowerWave permette anche di controllare il livello della batteria degli auricolari e della custodia. Ci sono ben 8 indicatori LED che mostrano 4 livelli di carica per la custodia e 4 livelli per gli auricolari.

FUNZIONALITA’ ed USO

Quello che ci interessa di più però è sapere come funzionano questi auricolari di Amazon e soprattutto quali funzionalità posseggono che in qualche modo possono differenziarli dalla concorrenza. Intanto sappiate che le cuffie possono essere accoppiate velocemente e molto facilmente con lo smartphone tramite l’applicazione di Alexa. Come sempre Amazon cerca di rendere l’app di Alexa pilastro centrale per tutti i suoi dispositivi semplificando la vota agli utenti. 


Clicca per ingrandire

Ecco allora che una volta installata l’app Alexa su Android o iOS e aperto il coperchio degli Echo Buds 2, apparirà un pop-up sullo smartphone che avviserà della procedura guidata pronta da seguire per l’accoppiamento. Alcuni semplici passaggi permetteranno di trovare gli auricolari, di accoppiarli ma anche di trovare la migliore misura dei gommini in silicone tramite un breve test automatico che valuterà se il posizionamento e appunto la misura dei supporti sono adatti al padiglione auricolare in modo da permettere il migliore ascolto. 

Una volta avvenuto l’accoppiamento sarà possibile visualizzare le cuffie direttamente nella Home dell’app Alexa. Qui comparirà una sezione specifica che permetterà di visualizzare lo stato di carica degli auricolari come anche della custodia. Non solo perché saranno presenti anche tre pulsanti specifici da tappare per il controllo della cancellazione del rumore attiva (ANC) o la modalità Ambiente, per disattivare o attivare il microfono (non è altro che il corrispettivo pulsante fisico che troviamo solitamente sui device Alexa) e ancora il pulsante per attivare velocemente il workout ossia l’allenamento. 


Clicca per ingrandire

Ci sono anche ulteriori informazioni che riguardano invece le impostazioni. Basterà in questo caso tappare sulla rotellina per entrare appunto nel menu specifico. E qui troveremo oltre allo stato della batteria ulteriori informazioni inerenti le cuffie e soprattutto funzionalità da attivare o meno per avere il pieno controllo degli auricolari. Troveremo il controllo del risparmio energetico che attivato permette di risparmiare energia mettendo da parte un po’ tutte le funzionalità degli auricolari (come la modalità Ambiente, Alexa ecc.) e aumentando appunto l’autonomia. 

Ci sono poi altre impostazioni che riguardano l’attivazione della modalità a mani libere ossia tramite l’uso della voce con Alexa ma anche il cosiddetto Sidetone che permette di ascoltare la propria voce durante una chiamata per migliorare appunto la conversazione. C’è la sezione Personalizzazione che permette di modificare ed impostare tutti i controlli touch. In questo caso specifico avremo: 

Un tocco singolo che permette di

  • Riprodurre o mettere in Pausa la musica 

Doppio tocco permette (sia a destra che a sinistra) di 

  • Riprodurre o mettere in Pausa la musica

  • Riprodurre il brano successivo

  • Riprodurre il brano precedente

  • ANC/Modalità Ambiente

Triplo tocco permette (sia a destra che a sinistra) di

  • Riprodurre o mettere in Pausa la musica

  • Riprodurre il brano successivo

  • Riprodurre il brano precedente

  • ANC/Modalità Ambiente

  • Alzare il volume

  • Abbassare il volume

  • Assistente nativo

  • Toccare per parlare con Alexa

Pressione prolungata permette (sia a destra che a sinistra) di

  • Riprodurre o mettere in Pausa la musica

  • Riprodurre il brano successivo

  • Riprodurre il brano precedente

  • ANC/Modalità Ambiente

  • Alzare il volume

  • Abbassare il volume

  • Assistente nativo

  • Toccare per parlare con Alexa

Comandi per la chiamata:

  • Toccando due volte uno degli auricolari è possibile rispondere ad una chiamata o riagganciare


Clicca per ingrandire

C’è poi la sezione dell’equalizzatore che permette di avere il controllo dei Bassi, dei Medi e degli Alti. E ancora il test dei gommini per la massima comodità.

Comode le funzionalità per l’allenamento che permettono appunto di tracciare con gli auricolari l’allenamento con la visualizzazione del tempo ma anche della distanza, delle calorie e anche del ritmo medio e dei passi. Chiaramente in questo caso Alexa non mancherà nell’aggiornare l’utente durante l’allenamento. Peccato l’assenza di una connessione multi device: in questo caso infatti non potremo associare automaticamente gli Echo Buds 2 in modo contemporaneo senza dover effettuare manualmente il cambio. 

E peccato anche l’assenza di una vera differenziazione con altri auricolari che supportano Alexa. In questo caso l’unica vera differenza con altri sul mercato è il fatto qui di poter evocare l’assistente vocale di Amazon senza toccare le cuffie e dunque semplicemente con la voce semplificando il tutto. 

A livello sonoro le cuffie suonano bene per il prezzo al quale sono vendute. I driver dinamici da 5.7mm restituiscono un suono equilibrato anche se non particolarmente incisivo. Pregio però questo che non fa perdere qualità all’audio pompando i bassi o magari sacrificando alcuni dettagli come invece accade in questa fascia con altri brand. L’uso dell’equalizzatore permette di migliorare alcuni brani anche se chiaramente non è comodo modificare i livelli ad ogni brano. Chiaramente non stiamo parlando di qualità HI-Fi ma questo era anche un po palese visto il prezzo. Di fatto per ascoltare invece musica durante il tragitto per andare a lavoro sui mezzi pubblici, o magari durante un viaggio o una camminata nel traffico, la cancellazione attiva del rumore funziona molto bene e il volume permette di percepire di fatto la musica senza particolari problemi. 

Altrettanto ottima è la modalità Ambiente che garantisce la percezione di tutti i rumori ambientali anche senza dover necessariamente togliere gli auricolari dalle orecchie. È efficace in qualsiasi situazione ed è una funziona ormai presente negli auricolari di questo tipo e che ci ha particolarmente colpito qui. Per le chiamate gli Amazon Echo Buds sono soddisfacenti sia per il chiamante sia per il ricevente. Da una parte l’audio è ottimale grazie ai driver ma è altrettanto ottima la presa della voce con i tre diversi microfoni presenti su ciascun auricolare. 

AUTONOMIA

Parliamo ora dell’autonomia perché forse non è il punto vincente di questi auricolari. In teoria l’azienda dichiara 5 ore con ANC attivato e Alexa attivato in riproduzione continua che possono diventare 15 ore totali con la custodia. Le prove hanno permesso di ottenere non proprio le 5 ore promesse ma massimo 4 ore di utilizzo con la cancellazione attivata. Insomma l’autonomia non è il loro forte ma sappiate che bastano davvero 15 minuti di ricarica per avere più di due ore di autonomia e questo è senza dubbio un ottimo risultato. 

E ricordiamo che Amazon permette di scegliere tra due versioni: una senza ricarica wireless ed una invece con la ricarica senza fili. La differenza è di 20€ che forse potreste anche sacrificare a meno che non siate veramente fanatici della ricarica wireless. Oltretutto, come detto prima, la basetta della Anker realizzata appositamente che costa meno di 20€ è un ottimo accessorio ben fatto. 

CONCLUSIONI

Amazon dunque arriva nel mondo degli auricolari true wireless anche in Italia. Si chiamano Echo Buds 2 e permettono di avere per la prima volta Alexa nativamente da poter interpellare a voce senza la necessità di toccare la superficie dell’auricolare come avviene invece con altri brand. È forse questa la vera differenza con altri auricolari perché per il resto a livello funzionale avere cuffie made in Amazon non lascia funzionalità esclusive. 

Le Amazon Echo Buds 2 però suonano bene per il prezzo al quale vengono vendute e ci sono piaciute anche per la semplicità con cui possono essere abbinate allo smartphone grazie chiaramente all’intervento dell’app Alexa. C’è chiaramente la cancellazione del rumore attiva che garantisce un buon isolamento anche in situazioni di rumore importante e ancora è presente anche la modalità Ambiente che permette di ascoltare tutto quello che ci circonda senza necessità di togliere la cuffia dall’orecchio. 

L’autonomia di certo non è convincente come anche i materiali della custodia, soprattutto il coperchio, che risultano un pochino troppo economici rispetto ad altre custodie che abbiamo avuto modo di provare. Convince però la ricarica davvero rapida e convince anche l’ergonomia degli auricolari che seppur a vista potrebbero non promettere bene, una volta indossati invece sono leggeri, comodi e a differenza di altri propongono addirittura 4 misure di gommini e ulteriori due inserti in silicone con aletta per mantenere saldo l’auricolare all’orecchio. Cosa che con altri brand non abbiano trovato. 

Il rapporto qualità/prezzo è però davvero buono. Due le versioni, in colorazione bianca o nera, che possono essere acquistate direttamente su Amazon.it ad un prezzo di 119€ per la versione con la ricarica tramite cavo oppure a 139€ con la versione con ricarica wireless. 

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.