Apple attenderà un chip M2 ”Extreme” per cambiare il suo Mac Pro?

Another ICT Guy

Apple attenderà un chip M2 ”Extreme” per cambiare il suo Mac Pro?

Apple aggiornerà il suo Mac Pro entro il 2022? Sono tanti i professionisti che si stanno ponendo questa domanda e la risposta sembra giungere dal solito Gurman che nella consueta newsletter della domenica ha indicato la roadmap dei futuri processori di Apple e dunque ha parlato anche del Mac Pro che sappiamo essere rimasto l’unico Mac mosso da processore Intel.

Apple proporrà un Mac Pro con M2 ”Extreme”?

Durante il keynote dello scorso 8 marzo, la società di Tim Cook, ha rilasciato alcune informazioni sulla restante formazione dei Mac e dunque degli Apple Silicon:

  • Il processore M1 Ultra sarà il suo ultimo chip M1
  • iMac da 27 pollici è stato tolto dal catalogo
  • Un nuovo Mac Pro, l’ultimo Mac a passare ad Apple Silicon, arriverà più tardi e non verrà dunque sostituito da Mac Studio.

Ecco dunque che, stando alle dichiarazioni di Apple, il Mac Pro sarà l’ultimo nuovo Mac ad avere Apple Silicon. E sarà anche lui a chiudere sostanzialmente la fase di transizione dai chipset Intel a quelli ”made in Cupertino”. Lo stesso Gurman ammette che un iMac Pro non esiste come prodotto e non è nemmeno nei pensieri di Apple che invece proporrà, con molta probabilità, un nuovo Mac Pro con processore M2 di seconda generazione.

Quello che sembra però palese, almeno per Gurman, è il fatto che il nuovo Mac Pro atteso per la fine di questo 2022 potrebbe invece slittare al prossimo 2023. Le strade secondo il giornalista sono due: da una parte Apple potrebbe anticipare e proporre un Mac Pro con chip M1 Ultra duplicato (quindi con prestazioni fino a 40 Core e 128 Core per la parte grafica) oppure aspettare il 2023 e proporre il Mac Pro con un rinnovato chip M2 che potrebbe addirittura prendere il nome di M2 Extreme.

La prima scelta potrebbe chiaramente permette ad Apple di anticipare i tempi e chiudere la transizione da Intel già in questo 2022. Abbiamo visto come il nuovissimo M1 Ultra sia già così potente da rendere gli attuali processori della concorrenza un passo indietro almeno in termini di efficienza e consumi. Apple dunque potrebbe lanciare entro la fine dell’anno un Mac Pro con un M1 Ultra raddoppiato (magari anche senza cambiarne il nome) con appunto 40 Core per la parte CPU e addirittura 128 Core per la GPU.

La seconda scelta invece potrebbe essere quella di attendere il 2023 e proporre agli utenti più professionisti una macchina con un processore di nuovissima generazione (M2 Extreme) capace di raggiungere 48 Core per la CPU e 128 Core per la parte grafica chiaramente con un miglioramento non solo in termini di potenza pura ma anche e soprattutto di gestione dei consumi e dunque della sua pura efficienza.

L’idea dunque che Gurman si prospetta per i prossimi lanci della linea di processori di seconda generazione dovrebbe essere questa:

  • M2: 8 core CPU e 9/10 core GPU
  • M2 Pro: 12 core CPU e 16 core GPU
  • M2 Max: 12 core CPU e 32 core GPU
  • M2 Ultra: 24 core CPU e 48/64 core GPU
  • M2 Extreme: 48 core CPU e 96/128 core GPU

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.