Ucraina: in Piemonte una ‘task force’ per la cybersicurezza

Another ICT Guy

Ucraina: in Piemonte una ‘task force’ per la cybersicurezza

Il Piemonte vuole essere protagonista e incidere in tema di cybersecurity, in particolare per lo sviluppo delle tecnologie quantistiche, sempre più importanti per la sicurezza delle comunicazioni, attivando una rete di competenze e azioni, anche come referente chiave dell’Agenzia per la Cybersicurezza nazionale. E’ il messaggio lanciato in occasione del convegno ‘Cybersecurity 4.0 – Il futuro della sicurezza informatica è ora’ promosso dalla Regione. “Quello della cybersecurity è un tema fondamentale, e ce ne rendiamo conto sempre di più in questo momento, in cui vediamo che il conflitto ucraino si svolge anche nel cyberspazio e dunque la protezione di dati e reti è altrettanto nevralgica per la sicurezza dei Paesi”, sottolinea l’assessore all’Innovazione Matteo Marnati, evidenziando che “alcuni dei più bravi scienziati, ricercatori e imprese attive in questo ambito sta lavorando in Piemonte, un lavoro di avanguardia che ci renderà più sicuri, anche in un momento così delicato per la democrazia, e per rendere più sicure le nostre imprese”. “Creare un ecosistema” è indispensabile anche secondo Matteo Sonza Reorda, vice Rettore alla Ricerca del Politecnico dove, ricorda, “due anni fa abbiamo attivato un orientamento in cybersecutity con oltre 100 studenti iscritti e ora sta per partire un master sul quantum e il collegamento con la cybersecurity”. Anche per Pietro Asinari, direttore scientifico Inrim, “mettere a sistema le competenze è l’unico modo di avere la possibilità concreta di incidere. La crittografia quantistica sta prendendo sempre più piede e l’uso sempre più efficace di queste tecnologie è un passo indispensabile”. All’incontro anche Luca Nicoletti, dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, che ha ricordato come “entro poche settimane vareremo una nuova versione della strategia nazionale di cybersecurity” e Pascal Maillot, deputy head Unit Hpc and Quantum Technologies European Commission, che ha illustrato il progetto europeo EuroQci per la realizzazione di una infrastruttura per la comunicazione quantistica.
    “L’autonomia digitale e la sicurezza delle comunicazioni è di importanza fondamentale – ha sottolineato – e lo vediamo anche oggi con la crisi ucraina”.
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.