Ucraina, si mobilita anche la comunità di sviluppatori

Another ICT Guy

Ucraina, si mobilita anche la comunità di sviluppatori

A seguito dell’attacco russo all’Ucraina, fanno sentire la propria voce anche gli sviluppatori del Paese. Tra questi, GSC Game World, Frogwares e Vostok Games, che negli anni hanno dato vita a titoli apprezzati a livello globale. L’Ucraina è una comunità fiorente di software house, in modo particolare quelle dedicate alla realizzazione di videogame. GSC Game World, autori della saga Stalker, sparatutto post-apocalittico, hanno lanciato un messaggio sui social a supporto delle milizie di Kiev, rassicurando anche i fan circa la continuazione del loro lavoro, “che al momento prosegue da remoto” affermano.

Su Twitter, l’azienda ha pubblicato un comunicato ufficiale rivendicando la libertà della propria nazione e chiedendo a giocatori e sviluppatori di condividere il messaggio. GSC non è sola, al suo fianco ci sono anche Frogwares, a cui si deve Sherlock Holmes Chapter One, e Vostok Games, il gruppo dietro Fear the Wolves. Entrambi hanno espresso tramite i social network il loro pensiero, chiedendo solidarietà all’intera industria videoludica. Frogwares ha sottolineato come l’Ucraina sia un paese libero e pacifico, mentre Vostok Games si è unito alle proteste condividendo con orgoglio i colori della bandiera nazionale. Un pensiero online arriva dal popolare servizio di streaming di giochi Twitch, che ha twittato “Mentalmente, siamo qui”, con un’immagine che ritrae un’ambientazione di Elden Ring, videogame tra i più in voga al momento sulla piattaforma, sotto un cielo a tinte ucraine.
    (ANSA).
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.