Samsung con Exynos e tecnologie olografiche, Apple con M1 e OLED: è la corsa al Metaverso

Another ICT Guy

Samsung con Exynos e tecnologie olografiche, Apple con M1 e OLED: è la corsa al Metaverso

Il visore VR/AR di Apple potrebbe essere basato sul SoC M1 già impiegato per i sistemi MacBook Pro 13, MacBook Air, Mac Min e iMac presentati lo scorso anno e dotato di display micro OLED: sono le informazioni che arrivano dall’oriente e vanno ad aggiungersi alle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi relative alle fasi di test pre-produzione del nuovo dispositivo della Mela

Le informazioni, diffuse dal sito coreano ET News, citano inoltre anche i piani di Samsung nel campo della realtà aumentata. Il colosso coreano starebbe anch’esso pianificando il debutto di un visore AR che sarà basato su Android.

In particolare pare che Samsung possa utilizzare una tecnologia olografica sviluppata tramite il Samsung Advanced Institute of Technology. basando il dispositivo su un SoC della famiglia Exynos. A collaborare con l’azienda coreana vi sarebbe anche la statunitense DigiLens, operante nel campo delle tecnologie di realtà aumentata e di extended reality. A quanto pare il prototipo sarebbe già stato completato e Samsung sta ora valutando quale possa essere la finestra temporale più opportuna per il debutto commerciale.

Ma non sarebbe finita qui: ET News cita infatti, senza però particolari dettagli, anche una collaborazione con Microsoft per lo sviluppo di un altro dispositivo AR e la stessa Microsoft starebbe anch’essa lavorando ad un proprio visore olografico basato su processore Qualcomm. 

Si tratta di dispositivi che dovrebbero debuttare nella parte finale dell’anno o all’inizio del 2023 e rappresentare un nuovo mercato che, inizialmente, potrebbe essere protagonista di tassi di crescita importanti ed arrivare poi ad assumere dimensioni significative, andando a rappresentare ciò che il mercato degli smartphone è stato in quest’ultimo decennio.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.