GeForce RTX 3090 Ti ferma ai box? Stop alla produzione per problemi all’hardware e non solo

Another ICT Guy

GeForce RTX 3090 Ti ferma ai box? Stop alla produzione per problemi all’hardware e non solo

Annunciata il 4 gennaio al CES 2022, la GeForce RTX 3090 Ti avrebbe dovuto debuttare verso fine gennaio, ma a quanto pare non sarà così. TweakTown riporta infatti che NVIDIA avrebbe richiesto ai partner di mettere in pausa la produzione delle schede custom a causa di alcuni non meglio precisati problemi. Secondo le fonti di Videocardz, i problemi sarebbero sia di carattere hardware che software, legati al BIOS della scheda.

Non ci sono altri dettagli al momento (ad esempio… che ne sarà delle schede già prodotte? Si potranno salvare?), ma in effetti dopo il CES 2022 NVIDIA non ci ha mai contattato per parlarci in modo più approfondito del prodotto né ci ha comunicato una data di uscita, segno che il tutto era in divenire.

La GeForce RTX 3090 Ti, lo ricordiamo, si basa su una GPU GA102 completamente abilitata con 10752 CUDA core, 336 Tensor core e 84 RT core, mentre le frequenze operative del chip si attestano a 1560 MHz di base e 1860 MHz di boost. La RTX 3090 Ti conserva 24 GB di memoria GDDR6X come la RTX 3090, ma i chip sono impostati a 21 Gbps anziché 19,5 Gbps. Anche il bus di memoria rimane a 384 bit per una bandwidth di memoria di 1008 GB/s.

NVIDIA indica di una potenza di calcolo FP32 pari a 40 TFLOPs, l’11% in più rispetto ai 36 TFLOPs della RTX 3090. Inoltre, si parla di 78 TFLOPs a disposizione dei calcoli in ray tracing e 320 TFLOPS per le operazioni di intelligenza artificiale. Quanto al TDP, si parla di 450W e la necessità di alimentarla tramite un nuovo connettore alimentazione a 16 pin, sviluppato per le future soluzioni PCI Express 5.0 (e già apparso su un alimentatore ASUS ROG).

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *