NASA X-59 QueSST: nel 2022 ci saranno ulteriori test a terra, il primo volo a fine anno

Another ICT Guy

NASA X-59 QueSST: nel 2022 ci saranno ulteriori test a terra, il primo volo a fine anno

Lo sviluppo prosegue ormai da diversi anni e l’aereo supersonico a basso impatto rumoroso, chiamato NASA X-59 QueSST, è arrivato a un momento fondamentale. Pur trattandosi di un’unità prototipale con design non definitivo, questo modello servirà a capire se si potranno sviluppare aerei in grado di volare velocemente senza però avere un impatto sulla vita delle persone a terra in termini di comfort acustico.

NASA X-59 QueSST

Nel corso degli scorsi mesi l’unità in fase di sviluppo ha subito diversi cambiamenti: la costruzione è proseguita con difficoltà a causa della pandemia. Nel 2022 però ci potrebbero essere molte novità se Lockheed Martin (che sta seguendo il progetto per conto della NASA) riuscirà a seguire la roadmap. Uno dei momenti fondamentali sarà il primo volo che potrebbe essere effettuato già alla fine di quest’anno. La fine del programma avverrà nel 2027, con la NASA che fornirà un’analisi dei dati alle autorità statunitensi. Questo porterà alla potenziale creazione da parte di terzi di nuove unità commerciali in grado di trasportare merci e passeggeri in tutto il Mondo.

NASA X-59 QueSST: l’aereo supersonico continua lo sviluppo e i test

Secondo quanto riportato negli scorsi giorni, l’unità per lo sviluppo della Quiet SuperSonic Technology o QueSST (da qui il nome del progetto) vedrà nel 2022 alcune tappe fondamentali. Questo dovrebbe consentire di arrivare al primo volo entro la fine del 2022. In queste settimane l’aeroplano è stato spostato dagli stabilimenti californiani dell’iconica divisione Skunk Works di Lockheed Martin a quelli in Texas. Qui verranno eseguiti una serie di test a terra.

nasa x-59

In particolare NASA X-59 QueSST verrà sottoposto a una serie di test strutturali per capire se riuscirà a resistere alle sollecitazioni e ai carichi in volo e ci si dedicherà anche ai sistemi di alimentazione. Una volta completate queste parti l’aereo tornerà in California per ulteriori test e valutazioni da parte degli ingegneri.

Come scritto sopra, si pensa di “rispolverare” parte dell’idea che aveva portato ad aerei come il Concorde, ma con soluzioni aggiornate. Grazie allo sviluppo delle tecnologie si potrebbe riuscire a ridurre il boom sonico facendolo diventare un rumore meno fastidioso e forte da sentire a terra. Se tutto andrà come previsto, i primi test sopra alcune città statunitensi scelte in precedenza avverranno nel 2024, quando il progetto verrà reputato abbastanza sicuro.

nasa aeroplano supersonico

Il design del NASA X-59 QueSST prevede una fusoliera particolarmente allungata (circa 9 metri) nella parte frontale con una cabina di pilotaggio molto tecnologica. A causa della sua struttura infatti il pilota osserverà il mondo esterno attraverso schermi ad alta risoluzione (4K) mostrando le immagini riprese da telecamere montate sotto e sopra il muso. Questo sistema è stato chiamato eXternal Vision System o XVS. Il motore, posizionato nella zona posteriore in alto è un GE F414. L’apertura alare è pari a circa 9 metri mentre la lunghezza complessiva arriva a 30 metri.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *