Autel Evo Lite e Evo Nano sfidano DJI nel mondo dei droni compatti

Another ICT Guy

Autel Evo Lite e Evo Nano sfidano DJI nel mondo dei droni compatti

Per chi cerca alternative ai droni DJI, Autel è certamente uno dei primi nomi in lista. Anch’essa azienda cinese, dal 2015 sviluppa e commercializza droni, con particolare successo nel mercato statunitense.

Il CES di Las Vegas è dunque una vetrina molto importante per il produttore cinese, che infatti l’ha sfruttata per mettere sul piatto alcune interessanti novità. In particolare parliamo di due piccoli quadricotteri ripiegabili che hanno le carte in regola per sfidare a viso aperto modelli DJI come Mini e Air.

Autel EVO Nano si presenta con un peso di 249 grammi, ponendosi quindi sotto il limite dei 250 grammi, con meno limitazioni d’uso rispetto ai droni più pesanti. Offre 28 minuti di autonomia e sistemi di evitamento ostacoli con sensori posti davanti, dietro e sotto il drone.

Sarà disponibile con due diverse fotocamere. Quella standard del modello Nano integra un sensore 1/2″ da 48 megapixel con ottica F2.9 da 24 mm equivalenti di focale e fuoco fisso. A livello video possiamo arrivare fino al formato 4K 3840×2160 a 30/25/24p, mentre è possibile scattare fotografie a 48 e 12 megapixel in formato JPG+DNG, con sensibilità compresa tra 100 e 3200 ISO.

La versione Nano+ porta invece in dote una fotocamera con sensore 1/1,28″ da 50 megapixel, con messa a fuoco ibrida fase/contrasto e ottica F1.9 da 23mm equivalenti. In questo caso la sensibilità massima può salire fino a 6400 ISO e resta la possibilità di scattare in JPG+DNG a 50 o 12 megapixel. Anche in questo caso, a livello video possiamo arrivare fino al formato 4K 3840×2160 a 30/25/24p.

Gioca invece su una fascia superiore, anche per il peso di 835 grammi, Autel EVO Lite, che mette a disposizione ben 40 minuti di autonomia di volo. La versione Lite adotta la stessa fotocamera di Nano+, ma si spinge in 4K fino a 60 fps.

Più interessante certamente la versione Lite+, con un sensore da ben 1 pollice con risoluzione 20 megapixel. In questo caso l’ottica f/2.8 ha diaframma regolabile fino a f/11 e offre la possibilità di registrare filmati a pieno formato 5,4 K 5472×3076 p30/25/24 e 4K 3840×2160 p60/50/48/30/25/24, oltre che 1080p fino a 120 fps.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.