Audi RS Q e-tron: le caratteristiche tecniche mentre si avvicina la Dakar 2022

Another ICT Guy

Audi RS Q e-tron: le caratteristiche tecniche mentre si avvicina la Dakar 2022

La Dakar 2022 è quasi pronta a entrare in scena con le gare che inizieranno l’1 gennaio 2022 con la prova speciale di Gedda (in Arabia Saudita) e finiranno il 14 gennaio. Tra le concorrenti troveremo soluzioni particolari come l’Audi RS Q e-tron che sarà pronta a dimostrare le potenzialità della motorizzazione elettrica (in questo caso abbinata a un motore e combustione interna) e correrà nella categoria Cross-Country Rally Car.

Come nel caso della S1 Hoonitron, anche qui troviamo il brand della casa di Ingolstadt perché si vuole dare continuità tra i prototipi e ciò che gli utenti possono comprare nei concessionari (con le dovute limitazioni legate all’usabilità di tutti i giorni). Già in passato avevamo scritto dei test che si stavano svolgendo in attesa dell’inizio della Dakar 2022 e ora che ci siamo quasi, ci sono nuovi dettagli per questo modello.

Le caratteristiche dell’Audi RS Q e-tron della Dakar 2022

Secondo quanto riportato dalla stessa società, la nuova Audi RS Q e-tron utilizza tre motori elettrici (Audi MGU05, uno per ogni asse presi dalla FE07 di Formula E e uno parte del sistema di conversione) con una potenza complessiva intorno ai 680 cv. Questo gli permette di scattare da 0-100 km/h in 4,5″ quando si trova su terreni a bassa aderenza mentre la velocità massima è pari a 170 km/h (limitata dai regolamenti).

Audi RS Q e-tron

La batteria ha una capacità di 52 kWh con un peso complessivo di 370 kg. I sistemi di alimentazione elettrici funzionano poi con tre voltaggi differenti: 12V, 48V e 800V. Il sistema di cablaggi installato all’interno di Audi RS Q e-tron ha una lunghezza complessiva di 4 km mentre tutta l’automobile è composta da oltre 6000 componenti diverse.

audi

Trattandosi di una gara estremamente complessa e lunga senza punti intermedi di sosta durante la prova speciale è stato necessario integrare un motore a combustione interna TFSI per fornire energia alle batterie: secondo Audi siamo sotto i 200 grammi di anidride carbonica prodotta per kWh. Si tratta di un quattro cilindri a benzina con sovralimentazione data da un turbo da 2 litri preso “in prestito” dal DTM. Il regime varia dai 4500 rpm e i 6000 rpm, ritenuto quello più efficiente. Parte dell’energia per ricaricare le batterie viene recuperata in frenata così da aumentare ancora l’autonomia.

audi

Altri dati forniti dalla società riportano che ogni singola ruota pesa 44,7 kg (cerchio e pneumatico) mentre ogni giorno vengono generati 50 GB di dati. L’altezza da terra è pari a 300 mm. La potenza totale del sistema è fissata a 288 kW anche in questo caso per via delle regolamentazioni. Per vedere come si comporterà, non resta che attendere l’inizio del prossimo mese.

audi

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *