Xeon Workstation al posto di Core X? Un nuovo nome per le CPU HEDT Sapphire Rapids di Intel

Another ICT Guy

Xeon Workstation al posto di Core X? Un nuovo nome per le CPU HEDT Sapphire Rapids di Intel

Sono passati 2 anni da quanto Intel ha presentato il suo ultimo processore nel segmento HEDT, High End DeskTop, quello dove AMD ha sostanzialmente avuto campo libero fino a oggi, tanto da potersi permette di non presentare – almeno finora – i Ryzen Threadripper 5000.

Non che l’azienda non ci abbia lavorato, ma in un periodo di shortage AMD ha preferito dedicare tutte le risorse produttive agli EPYC e ai Ryzen, consapevole che i Threadripper ricoprono una nicchia di mercato. I Ryzen Threadripper 5000 potrebbero arrivare nella prima parte del 2022, ma non c’è ancora l’ufficialità.

E Intel che farà? Rimarrà ancora a guardare? Nel 2022 le cose dovrebbe cambiare (forse). Da tempo si vocifera di una “conversione” di Sapphire Rapids, la nuova architettura per il mondo server, in una soluzione per workstation. Ebbene, a detta dello youtuber Moore’s Law is Dead, Sapphire Rapids arriverà sul mercato e lo farà sotto il brand Xeon Workstation anziché lo “storico” Core X.

Le fonti sono in parte contraddittorie, infatti una di tre afferma che Intel non proporrà più un progetto HEDT. Nel caso in cui però avessero ragione le altre due, Sapphire Rapids potrebbe presentarsi sotto forma di due serie, una definita “workstation” e una “mainstream workstation”.

La piattaforma workstation dovrebbe contare da 12 a 56 core Golden Cove con frequenze di boost superiori a 4 GHz e TDP fino a 350 Watt. Il processore dovrebbe offrire fino a 8 canali DDR5-4400 / 4800 e un massimo di 112 linee PCIe 5.0.

L’altra soluzione dovrebbe invece contare 28-36 core Golden Cove e assicurare frequenze operative fino a 4,5 – 5 GHz. Il processore potrebbe supportare otto canali di memoria “non ECC” e 4 canali ECC, mentre le linee PCI 5.0 potrebbero scendere a 64. Si parla di un TDP di oltre 300 Watt che potrebbe avvicinarsi a quasi 400 Watt con i modelli a frequenza più elevata.

I processori dovrebbero alloggiare su piattaforma Fishhawk Falls con chipset W790 in arrivo nel terzo trimestre, in parallelo con Raptor Lake, successore dei Core di 12esima generazione Alder Lake destinati al settore client.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *