Apple si prepara per l’iPhone tutto in vetro, con display touch su tutte le superfici

Another ICT Guy

Apple si prepara per l’iPhone tutto in vetro, con display touch su tutte le superfici

Jony Ive ha parlato diverse volte dell’idea dietro a un iPhone realizzato con “una singola lastra di vetro”, e Apple ha appena ottenuto la paternità di un brevetto legato a un design potenzialmente interessante in ottica futura. Lo stesso form factor potrebbe essere implementato anche su un Apple Watch in vetro e anche su un Mac Pro con chassis a torre, anche se ad oggi non abbiamo molti dettagli in merito.

Fra i disegni riportati nei documenti depositati dalla Mela quello più dettagliato è quello dell’iPhone interamente in vetro, ricoperto da display su tutte le superfici: oltre a quello canonico orientato frontalmente abbiamo infatti la possibilità di interagire con le due superfici laterali e vedere informazioni anche sopra e sotto. I brevetti descrivono in maniera estremamente generale i dispositivi, e quello di Apple racconta una sorta di iPhone incapsulato in una scatola di vetro, le cui superfici sono display.

Un brevetto per l’iPhone con display “tutt’intorno”?

L’iPhone tutto in vetro viene rappresentato come un “dispositivo elettronico che include un design in vetro a sei lati”, basato su due elementi in vetro contraddistinti ma collegati. Il primo, con angoli curvi, copre la superficie frontale superiore e tutte le parti periferiche, il secondo elemento di vetro è collegato al primo e comprende la seconda superficie principale. Il dispositivo elettronico include inoltre i sensori touch.

Nel brevetto si legge che questa particolare tipologia di form factor potrebbe essere utilizzata su “smartphone, notebook, tablet”, mentre in una delle immagini riportate dalla fonte si vedono anche altre interpretazioni relative a un orologio e un computer desktop. Purtroppo queste due declinazioni della tecnologia non sono state descritte e al momento non è possibile saperne di più sulla base di quanto diffuso.

Ad oggi abbiamo visto diverse tipologie di display applicate su smartphone, come ad esempio l’approccio “edge” di Samsung, che consentiva di utilizzare la parte laterale di un display OLED curvo per ricevere le notifiche o eseguire comandi. Sono poi arrivati i display pieghevoli, che hanno abilitato nuovi form factor “a libro” e non solo. L’approccio di Apple porterebbe l’esperienza d’uso a un livello del tutto nuovo, anche se è necessario considerare se tutto questo porterà a veri e propri benefici nell’uso quotidiano per l’utente finale.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *