L’arrotolabile OPPO è in arrivo? BOE comincia la produzione dei pannelli OLED flessibili sulla linea Gen 6

Another ICT Guy

L’arrotolabile OPPO è in arrivo? BOE comincia la produzione dei pannelli OLED flessibili sulla linea Gen 6

Aveva attirato molto interesse la presentazione del prototipo OPPO X 2021, lo smartphone con schermo estendibile, che abbiamo visto dal vivo a Milano nel febbraio scorso. Lo schermo flessibile arrotolabile permette al dispositivo di avere una faccia da smartphone quando ripiegato e di allargarsi, grazie a un sistema motorizzato. Lo schermo OLED può così passare facilmente, con un semplice tocco sul pulsante laterale, dai 6,7 pollici in formato 21:9 ai 7,4 pollici in formato 4:3.

[HWUVIDEO=”3064″]OPPO X 2021: ecco lo smartphone che si ALLARGA! Anteprima[/HWUVIDEO]

Dopo la presentazione del prototipo in molti hanno messo in dubbio l’effettiva fattibilità di un prodotto reale e commerciale, ma dalla Cina arrivano ora notizie diverse. Secondo le fonti, infatti, la cinese BOE, colosso del settore della produzione di display, dagli smartphone ai TV, dagli LCD agli OLED, ha avviato la linea di produzione B12 di display flessibili OLED Gen 6 nello stabilimento di Chongqing. Inizialmente l’avvio era previsto per il mese di ottobre, ma ci sono stati alcuni giorni di ritardo, in realtà cosa abbastanza comune, soprattutto di questi tempi.

Il primo cliente di BOE dovrebbe essere proprio OPPO, segnale che lo smartphone arrotolabile è in dirittura d’arrivo. La linea di produzione naturalmente inizialmente non sfornerà grandi volumi, ma i primi display OLED flessibili dovrebbero essere nelle mani del cliente prima della fine dell’anno. A regime la linea dovrebbe produrre 16.000 substrati al mese e dovrebbe essere affiancata, a marzo e ottobre 2022, da altre due linee, per un totale di 48.000 pannelli al mese.

BOE è in grado di replicare la stessa produzione anche in altri due stabilimenti, situati nella provincia del Sichuan, sempre con un output di 48.000 substrati. In tutto quindi il produttore cinese può arrivare a sfornare 144.000 schermi OLED flessibili al mese, con una capacità produttiva pari a quella di Samsung e ben superiore a quella di LG.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *