Tesla Model Y Long Range: a confronto con Tesla Model 3

Another ICT Guy

Tesla Model Y Long Range: a confronto con Tesla Model 3

Tesla Model Y è l’ultima arrivata sul mercato italiano dell’azienda americana, veicolo che di fatto mutua l’approccio di Tesla Model 3 trasportandolo su una struttura che è quella di un SUV. In questo modo Tesla supera le limitazioni in termini di accesso al bagagliaio di Model 3, offrendo un veicolo che è più versatile e che meglio si adatta alla famiglia o a coloro che spesso devono trasportare dei carichi.

Sotto la scocca, di fatto, non cambia nulla: troviamo infatti, per la versione Long Range ora disponibile in commercio e per quella Performance che sarà in vendita da inizio 2022, batterie, motori e trasmissione identici alle corrispondenti versioni di Tesla Model 3. Quest’ultima beneficia di un peso leggermente inferiore, grazie al quale si ottengono prestazioni migliori in termini di velocità e consumi.

[HWUVIDEO=”3169″]Tesla Model Y Long Range: a confronto con Tesla Model 3[/HWUVIDEO]

Chi pensasse però che Model Y sia una trasformazione in SUV di Model 3, operazione che avrebbe portato a perdere le doti di dinamicità di Model 3, si sbaglia: le due vetture, che abbiamo messo a confronto sullo stesso percorso nelle declinazioni Long Range, hanno un comportamento molto simile tenute in considerazione le differenze di dimensioni e peso.

Model Y Long Range è infatti solo poco più lenta di Model 3 Long Range (abbiamo misurato tempi di 4,77s contro 4,33s nello 0-100km/h), solo di poco più esosa in termini di consumo (mediamente circa il 10% in più, anche a velocità autostradale), capace di offrire una dinamica di guida che non è dissimile da quella di Model 3 tenendo conto della forma differente ma offrendo uno spazio interno ampio e ben sfruttabile, con una capacità di carico che è nettamente superiore.

Nella nostra anteprima in video l’abbiamo analizzata in dettaglio, misurandone il comportamento prestazionale e nei consumi a confronto con Model 3 Long Range e osservando quanti bagagli in più sia possibile ospitare nei suoi vani anteriore e posteriore. Ne è emersa una prima impressione sicuramente positiva: la vettura si muove bene, lontana da quella impressione di goffaggine che le dimensioni superiori lasciano immaginare quando confrontata con Model 3 e con un comportamento dinamico molto valido per essere un SUV di queste dimensioni. Buona visione!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *