FIFA 22: rimosso Mendy, sospeso dal Manchester City per stupro

Another ICT Guy

FIFA 22: rimosso Mendy, sospeso dal Manchester City per stupro

EA Sports ha rimosso il difensore Benjamin Mendy da FIFA 22 in attesa del giudizio dopo essere stato accusato di quattro stupri. Il 27enne terzino sinistro, che gioca anche per la nazionale francese, dovrà comparire davanti alla corte del Cheshire Constabulary il prossimo 15 novembre, quando il suo avvocato presenterà una difesa formale contro le accuse. La data del processo è stata fissata per il 24 gennaio.

Sebbene FIFA 22 non sarà disponibile pubblicamente prima dell’1 ottobre, chi lo ha prenotato ha potuto iniziare a giocarlo a partire dal 22 settembre in Accesso Anticipato per 10 ore. EA Sports ha fatto sapere che Mendy non è più presente nella rosa dei giocatori del Manchester City e della nazionale francese, e la sua figurina non può essere acquistata per la modalità Fifa Ultimate Team.

FIFA 22 Benjamin Mendy

Benjamin Mendy, ancora tracce in FIFA 22

Tuttavia, i giocatori segnalano che è ancora possibile acquistare Mendy per il Fifa Ultimate Team all’interno del mercato dei trasferimenti del gioco. Sono rimaste diverse figurine di Mendy in quest’ultimo, e ciò si traduce nella presenza del difensore in diversi team di FIFA utilizzati online ancora per diversi giorni. Inoltre, la sua figurina potrebbe aumentare di valore man mano che diventa meno facilmente reperibile e alcuni giocatori che la possiedono potrebbero trarne dei benefici.

EA fa sapere di aver rimosso Mendy dai pacchetti di figurine del FUT a partire dal giorno successivo all’inizio dell’Accesso Anticipato, ma questo non ha impedito ad alcuni giocatori di entrarne in possesso e di utilizzare il difensore nei match multiplayer. FIFA 22 come i suoi predecessori permette di acquistare dei calciatori per potenziare la propria squadra nella modalità Ultimate Team. I giocatori acquistano FIFA Points tramite valuta reale che poi possono investire in acquisti virtuali all’interno del gioco.

Non è la prima volta che EA rimuove un calciatore da un gioco della serie FIFA. Era successo, infatti, nel dicembre del 2019 con Marco Van Basten, dopo che il famoso ex attaccante del Milan aveva pronunciato una frase nazista in tv. Sempre nel 2019 era stato rimosso anche Emiliano Sala del Nantes in seguito alla sua morte in un tragico incidente aereo. In quel caso, EA ha bloccato in modo permanente il prezzo degli oggetti relativi a Sala in Ultimate Team per impedire ai giocatori di vendere la sua figurina a un prezzo gonfiato.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *