iPhone 13 Pro, le app di terze parti sono bloccate a 60Hz: colpa di un bug secondo Apple

Another ICT Guy

iPhone 13 Pro, le app di terze parti sono bloccate a 60Hz: colpa di un bug secondo Apple

I due modelli Pro della linea iPhone 13 implementano i nuovi display ProMotion capaci di raggiungere frequenze di aggiornamento variabili di massimo 120Hz. Secondo quanto è emerso in queste ore, però, non tutte le app di terze parti riescono a sfruttare la funzionalità, bloccando la frequenza di aggiornamento a 60Hz quando sono in esecuzione.

Il problema è stato già affrontato da Apple, che ha risposto prontamente al report di 9To5Mac che spiegava il problema. Secondo l’azienda questo potrebbe accadere per due motivi: il primo è che gli sviluppatori avranno bisogno di aggiornare le loro applicazioni specificatamente per implementare il supporto dei 120Hz. Il processo per farlo è decisamente semplice (a quanto pare basta inserire una voce in un file plist dell’app), e Apple ha promesso di rilasciare una documentazione dedicata molto presto, per rendere l’operazione ancor più intuitiva.

iPhone 13 Pro e i 120Hz, alcune app non li supportano ancora

Ma c’è anche un altro motivo per cui le app potrebbero non essere riprodotte a 120Hz su iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max. Apple ha parlato di un bug con le animazioni realizzate con la tecnologia Core Animation proprietaria, che impedirebbe alle app di terze parti di riprodurre queste animazioni con la fluidità tipica dei pannelli ProMotion. Il bug verrà risolto, a detta della Mela, in un aggiornamento futuro.

La tecnologia ProMotion era attesa da diverso tempo su iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro, anche perché molti smartphone Android riescono a superare i 60Hz ormai da anni anche nelle fasce di mercato intermedie. Apple ha implementato schermi con supporto al refresh rate variabile che offrono diversi benefici: oltre alle animazioni che vengono riprodotte in maniera più fluida, i pannelli possono scendere a valori molto bassi per risparmiare sulla batteria. Questa funzionalità è arrivata con qualche problema di gioventù, tuttavia Apple ha riconosciuto la situazione e ha promesso un aggiornamento a breve per ristabilire la normalità.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *