Con la funzionalità zero-touch Qualys riduce il rischio di ransomware

Another ICT Guy

Con la funzionalità zero-touch Qualys riduce il rischio di ransomware

Qualys è un’azienda leader di soluzioni IT di sicurezza e conformità altamente innovative basate sul cloud, con oltre 19.000 clienti dislocati in più di 130 paesi. La Qualys Cloud Platform aiuta le aziende a consolidare le operazioni di sicurezza e conformità per migliorare il business e ridurre i costi. Le molteplici applicazioni cloud integrate alla Qualys Cloud Platform offrono un controllo totale su ambienti on-premise, mobile, endpoint, cloud e container, assicurando così alle aziende quel flusso di informazioni necessarie per tenere sotto controllo la sicurezza e la vulnerabilità delle proprie infrastrutture e permettendo loro di automatizzare i sistemi di auditing, conformità e protezione per i sistemi IT e le applicazioni web.

Con “zero-touch” è possibile ridurre i rischi e i costi

Per ridurre il rischio di incidenti di tipo ransomware, Qualys ha aggiunto le nuove funzionalità “zero-touch” per l’applicazione delle patch in Qualys Patch Management: in questo modo vengono velocizzate le normali procedure di rilevamento, analisi e intervento (operazione che viene chiamata “remediation”), mentre gli endpoint e server aziendali vengono tempestivamente aggiornati in automatico non appena le patch sono disponibili, incrementando la sicurezza dei sistemi.

“Qualys Patch Management ci aiuta a eliminare velocemente le vulnerabilità dai sistemi remoti dando priorità a quelle più urgenti senza ricorrere a una VPN,” questo è quello che ha dichiarato Surendra Nemani, Head Security Engineering di Infosys. “Le funzionalità zero-touch supportano applicazioni di terze parti come Microsoft, Adobe e vari browser. Possiamo configurare il patching in anticipo, creando correlazione tra patch e vulnerabilità, rendendo più efficaci i team che gestiscono la piattaforma e migliorando i processi di gestione delle patch. Abbiamo scelto Qualys Patch Management perché si integra in modalità nativa in Qualys VMDR e ci consente di coordinare la remediation multipiattaforma”.

Qualys Patch Management utilizza la Qualys Cloud Platform e i Qualys Cloud Agent per neutralizzare le vulnerabilità e applicare le patch nei sistemi in modo tempestivo. La soluzione Qualys VMDR (Vulnerability Management, Detection and Response), infatti, ordina le vulnerabilità per priorità basandosi su indicatori di minaccia in tempo reale quali presenza di ransomware o attacchi in corso, aiutando le aziende a limitare i rischi di un cyber attacco. L’applicazione di patch permette anche ai team preposti alla sicurezza di adeguarsi alle policy interne e alle normative, individuando i prodotti più rischiosi e concentrando gli interventi automatici su quelli che introducono più vulnerabilità. Inoltre, l’applicazione rapida delle patch accelera i tempi di “remediation” e al tempo stesso migliora la conformità agli SLA (Service Level Agreement) in materia di vulnerabilità. Infine, è importante ricordare che l’applicazione delle patch negli endpoint avviene in modo rapido e sistematico attraverso il cloud senza richiedere interventi manuali: viene eliminata la necessità di utilizzare una VPN per questa procedura ottenendo così un risparmio sui costi.

“La strategia di protezione degli endpoint deve prevedere la raccolta di dati di intelligence dai processi di rilevamento e risposta per migliorare le misure di prevenzione. Qualys è nella posizione ottimale per utilizzare gli insight su vulnerabilità e threat intelligence all’interno della propria soluzione di gestione delle patch,” ha dichiarato Chris Kissel, Research Director Security & Trust Products Group di IDC. “La scelta di Qualys di far evolvere il sistema di applicazione delle patch aggiungendo l’automazione zero-touch è intelligente perché elimina le minacce non-cruciali legate, ad esempio, all’applicazione di patch in Chrome o iTunes. È gradita perché contribuisce a ridurre la superficie di attacco delle aziende e a svincolare risorse IT e di sicurezza per impiegarle in compiti strategici.”

La funzionalità “zero-touch” di Qualys sarà disponibile a partire da ottobre all’interno dell’app Qualys Patch Management.

.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *