Body cam per le forze dell’ordine anche in Italia, ma vietati sistemi di riconoscimento facciale

Another ICT Guy

Body cam per le forze dell’ordine anche in Italia, ma vietati sistemi di riconoscimento facciale

Le videocamere indossabili dalle forze dell’ordine sono ora realtà anche in Italia. E’ arrivata infatti l’autorizzazione del Garante della privacy, che ha inviato al ministero dell’Interno e all’Arma dei Carabinieri due note distinte contenenti le disposizioni e le condizioni per l’uso delle cosiddette body cam.

Il Garante stabilisce in particolare che le videocamere indossabili possono ora essere usate solamente quando vi sono “concrete e reali situazioni di pericolo, di turbamento dell’ordine pubblico o di fatti di reato”, con esplicito divieto di operazioni di registrazione continua di ciò che accade attorno all’agente e l’impiego degli strumenti durante “episodi non critici”.

Non solo: è vietato l’impiego di qualsiasi sistema di riconoscimento facciale o altri meccanismi di identificazione, che il Garante reputa rischiosi per la tutela della libertà delle persone riprese. Si legge, a tal proposito, nelle note del Garante: “i rischi per le persone riprese possono essere anche molto elevati, spaziando dalla discriminazione alla sostituzione d’identità, al pregiudizio per la reputazione, all’ingiusta privazione di diritti e libertà.

Altro elemento importante è il rispetto delle normative sulla protezione dei dati personali: le registrazioni potranno essere salvate solo nella memoria interna della body cam in dotazione e solamente il capo del contingente o della squadra di un reparto avrà a disposizione la password, recapitata in busta sigillata, per poter visionare il materiale registrato.

Le videocamere indossabili potranno registrare solamente foto, video, audio, data, ora e coordinate geografiche del luogo in cui avviene la registrazione. Al momento del download dalla memoria della videocamera, i dati saranno automaticamente cancellati da essa e inviati ai server della Polizia o dei Carabinieri, e conservati non oltre 6 mesi dall’avvenuta registrazione.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *