Oppo presenta i nuovi smartphone Reno6 Series

Another ICT Guy

Oppo presenta i nuovi smartphone Reno6 Series

(ANSA) – MILANO, 09 SET – Oppo ha presentato presso la
Fondazione Louis Vuitton di Parigi, la nuova famiglia di
smartphone Reno6 Series, che include Reno6 Pro 5G e Reno6 5G.
    Come spesso accade per il brand cinese, il cuore dei modelli
risiede nelle funzionalità dedicate alla fotografia. Queste si
traducono, tra l’altro, nel supporto dell’intelligenza
artificiale durante la ripresa di video con effetto ‘bokeh’, o
nella tecnologia che utilizza un algoritmo di aggregazione dei
pixel per realizzare scatti in alta definizione. Il comparto
fotografico di Reno Pro 5G è formato da una quad-camera da 50 MP
sul retro e di una selfie cam da 32 MP frontale. La suddetta
tecnologia di aggregazione consente di ottenere scatti in alta
definizione da 108 MP, andando dunque i limiti fissati
dall’hardware. Tre i sensori per il Reno6 5G: 64 MP + 8 MP + 2
MP e selfie cam sempre da 32 MP. Leggermente più ampia la
diagonale del modello Pro, con un display da 6,55 pollici, che
diventano 6,43 sul Reno6 5G. Maggiore anche la memoria Ram del
Reno6 Pro 5G, 12 GB rispetto agli 8 GB del base. Come di
consuetudine, il software di bordo è Android, qui in versione
11, personalizzato dall’interfaccia ColorOS utile e mai
invasiva. “Per Oppo è un momento estremamente positivo. L’Italia
è tra i paesi che oramai fa da apripista per le novità del
gruppo e con Reno6 Series non è da meno” ci dice Isabella
Lazzini, Chief Marketing Officer Oppo Italia. “In termini di
market share, siamo ai primi posti sul mercato interno e a dare
i frutti maggiori sono proprio gli smartphone nella fascia
superiore ai 350 euro, dove quest’anno abbiamo raggiunto un
picco del 18% su una media che, nel 2020, si era attestata al
3%. Siamo tra i protagonisti principali nel mondo della
telefonia e indice di ciò è la velocità con cui siamo passati
dall’essere un brand emergente a consolidato”. La Reno6 Series è
in vendita da oggi ad un prezzo di partenza di 499,99 euro.
    (ANSA).
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *