OnePlus Buds Pro: finalmente degli auricolari di qualità. La recensione

Another ICT Guy

OnePlus Buds Pro: finalmente degli auricolari di qualità. La recensione

Chi non utilizza ormai auricolari true wireless quando è in aereo o in giro per la città. Sono ormai un accessorio imprescindibile della vita quotidiana e ora soprattutto che la maggior parte dei costruttori di smartphone ha tagliato completamente il supporto al jack da 3.5mm risultano una scelta imprescindibile. E quasi tutti i produttori di smartphone praticamente ne posseggono una versione se non più di una. 

OnePlus finora aveva introdotto tre diverse versioni di auricolari che però non erano in possesso della cancellazione del rumore attiva e soprattutto, seppur buone, non avevano di certo esaltato per qualità massima sonora e soprattutto limitavano l’uso non essendo con ANC. Ecco allora il salto di qualità dei nuovi OnePlus Buds Pro che permetteranno agli utenti fedeli al marchio di avere finalmente auricolari di qualità a livello sonoro ma anche con possibilità di una cancellazione attiva del rumore paragonabile ad altri competitor. 

Il loro aspetto estetico vede la presenza di un bulbo in silicone ma anche di steli decisamente premium visto che sono rivestiti in alluminio a differenza del resto dell’auricolare che invece è stato realizzato in policarbonato. C’è chiaramente anche una piccola custodia che OnePlus preferisce, a dispetto di altri, realizzarla poco spessa e rettangolare, in tinta con la colorazione dell’auricolare e perfettamente tascabile anche grazie al peso poco incisivo. 

I nuovi OnePlus Buds Pro dunque alzano per la prima volta l’asticella proponendosi come i primi auricolari dell’azienda con cancellazione del rumore attiva. Un suffisso quello ”Pro” che fa capire dove il brand vuole arrivare con questi auricolari e pone l’azienda cinese un passo avanti rispetto a quanto fatto finora in questo campo. Somigliano inevitabilmente agli AirPods Pro di Apple ma se si possiede un device Android è palese che una delle migliori alternative alle cuffie di Cupertino siano proprio questi OnePlus Buds Pro. 

 

UNBOXING e SPECIFICHE

Partiamo dalla scatola di vendita di questi OnePlus che esternamente non cambia dagli altri prodotti dell’azienda. Piccola scatola al cui interno troviamo subito la custodia con gli auricolari già pronti per essere utilizzati non appena saranno accoppiati ad uno smartphone. Oltre a questo è presente un comodissimo cavo di ricarica rosso di piccole dimensioni e con porta USB-C/USB-A. Niente altro se non dei piccoli fogli di prime indicazioni sul funzionamento. 

Per quanto concerne invece le specifiche tecniche di questi nuovi OnePlus Buds Pro sappiate che sono in possesso di driver dinamici da 11mm con una risposta di frequenza tra 20Hz e 20.000Hz. La cancellazione del rumore è adattiva ed intelligente e come vedremo permetterà di riconoscere l’ambiente esterno per calibrare al meglio la risposta in termini di insonorizzazione. Da non dimenticare poi la versione 5.2 del Bluetooth supportata ma anche della portata di almeno 10 metri del segnale e infine dei formati supportati che sono SBC, AAC e LHDC. 

Specifiche tecniche a parte, OnePlus Buds Pro offrono tante funzionalità. La loro caratteristica distintiva è la cancellazione adattiva del rumore, che è piuttosto standard per gli auricolari di fascia alta, e come detto l’azienda non l’aveva ancora inserita nelle altre versioni dei suoi auricolari. 

A livello dimensionale è importante scoprire come gli auricolari risultano in linea con quanto visto fino ad oggi con molti concorrenti. La custodia di ricarica è da 520 mAh, mentre ogni auricolare ha una batteria individuale da 40 mAh. Dimensionalmente invece gli auricolari pesano solamente 4.35 grammi l’uno (tra i più leggeri in commercio) con una custodia invece che complessivamente pesa 52 grammi. 

DESIGN

Dobbiamo parlare del design perché effettivamente è uno degli aspetti più importanti di questi nuovi auricolari OnePlus Buds Pro. L’azienda ha lavorato molto a tavolino per renderli prima di tutto comodi durante l’utilizzo anche continuativo per qualche ora ma anche funzionali in ogni tipo di situazione che sia la classica camminata o anche la corsa. Proprio sulla corsa ricordiamo che i OnePlus Buds Pro sono certificati IP55 e dunque permettono il loro utilizzo senza problemi anche sotto la pioggia o immersi in acqua oltre alla polvere. Anche la custodia è certificata IPX4 e questo garantisce anche per lei una resistenza all’acqua anche se non alla polvere.

Il lavoro svolto dagli ingegneri di OnePlus è davvero eccellente e sì, ammettiamo che la somiglianza con Apple AirPods Pro c’è ma di fatto l’aspetto ha qualcosa di originale con OnePlus che ha giustamente voluto rendere unici gli auricolari da questo punto di vista. La conformazione dello stelo è rotondeggiante e rivestita di alluminio rendendo gli auricolari premium ed eleganti allo stesso tempo. La presenza poi di una doppia colorazione, nera e bianca, garantisce agli utenti una scelta giusta sul loro gusto. Il salto generazionale ai OnePlus Buds è incredibile e questa nuova versione ha tutte le carte in tavola per poter essere facilmente apprezzata dagli utenti Android e non solo. 

Guardando la custodia che viene utilizzata come accessorio principale per ricaricare le cuffie troviamo che sia ben fatta sia per dimensione che per stile. La dimensione non è esagerata visto che occupa il minimo spazio durante il suo trasporto soprattutto all’interno delle tasche degli utenti. Possiede una forma rettangolare ma schiacciata con bordi arrotondati e con un policarbonato reso opaco capace di renderla sicuramente diversa dalle altre lucide dei concorrenti. Il suo aspetto è senza dubbio minimal ma ci piace molto e l’uso del policarbonato come materiale permette di avere comunque una risposta al tatto e alla vista di prestigio. La finitura opaca permette di avere grip e di non far scivolare la custodia dalla mano e permette anche di non far lasciare le ditate.  

Il case di ricarica e trasporto vedono una qualità costruttiva molto buona. Di fatto nell’uso non abbiamo avuto problemi di sorta. La parte superiore del case è fissata saldamente a quella inferiore tramite una classica cerniera capace di aprirsi facilmente, anche con una sola mano. Calamitata poi la stessa chiusura che tende a sigillare il tutto rendendo difficile l’apertura accidentale della custodia e preservando dunque gli auricolari. Comodo nella parte laterlae il LED di stato che permette di capire in base alla colorazione (verde, rosso o blu) se la batteria della custodia risulta carica, scarica o se il dispositivo è collegato allo smartphone. 

Aperto il case di ricarica troviamo immediatamente i due auricolari true wireless pronti per essere indossati ed utilizzati. Si trovano all’interno di due piccoli incavi adatti per l’inserimento degli steli delle cuffie in posizione verticale. Le scanalature all’interno del coperchio inferiore della custodia posseggono un contatto con il caricabatterie che si attiva nel momento in cui i poli delle cuffie si uniscono a quelli del case. 

Gli auricolari sono realizzati, come detto, in plastica di alta qualità con un corpo principale dalle linee fortemente anatomiche e con l’inserimento del bulbo in silicone capace di sigillare completamente il padiglione auricolare. Il rivestimento presenta trame sia lucide che opache utilizzando un nuovo processo di rivestimento laser che permette di porre una trama metallica garantendo al contempo i controlli sensibili alla pressione degli auricolari. Questo produce una lucentezza liscia e brillante sullo stelo, che delinea l’area di controllo. Nel contempo la trama opaca sulla testa offre una buona resistenza al sudore e alla polvere.

L’ergonomia è vincente. Gli auricolari sono molto ben equilibrati una volta indossati e difficilmente, anche dopo ore di utilizzo continuativo, daranno fastidio al padiglione auricolare. Ottimo lavoro da questo punto di vista dagli ingegneri di OnePlus.

FUNZIONALITA’ ed USO

I nuovi OnePlus Buds Pro sono semplici da usare, comodi da tenere alle orecchie e soprattutto tecnicamente validi. Fattori questi che garantiscono di alzare ancora di più l’asticella del livello di OnePlus anche in questo campo. Come già detto la loro ergonomia innanzitutto permette di adattarli senza troppe problematiche a qualsiasi tipo di padiglione auricolare che sia esso piccolo, grande, stretto o largo. Il bulbo in silicone viene fornito in tre diverse dimensioni in modo da garantire l’indossabilità a qualsiasi utente. Rispetto agli altri auricolari qui c’è la sigillatura con il gommino in silicone e questo permette non solo di isolarsi completamente dall’esterno ma anche di non far cadere praticamente mai dall’orecchio la cuffia anche in situazioni di forte movimento magari durante degli allenamenti o sessioni di palestra o altro. 

Palese il fatto che una volta preso in mano il case dei OnePlus Buds Pro non si dovrà fare altro che aprirlo, anche con una sola mano, e a quel punto estrarre gli auricolari indossandoli. L’accoppiamento con lo smartphone potrà avvenire in due diversi modalità in base alla presenza o meno di un device OnePlus. In questo caso infatti basterà aprire il case e gli auricolari saranno visti immediatamente dallo smartphone facendo apparire un pop up sullo schermo per la procedura guidata all’installazione. A questo punto basterà connetterle seguendo le istruzioni a schermo e il gioco sarà fatto. 

Con gli altri device invece sarà necessario scaricare l’applicazione HeyMelody, purtroppo solo in inglese, e collegare tramite procedura classica gli auricolari. Un accoppiamento rapido ma soprattutto gli auricolari si connetteranno automaticamente non appena estratti dalla custodia e inseriti nelle orecchie. Il sensore a infrarossi cattura proprio questo momento e gli auricolari emettono un segnale acustico di conferma. Oltretutto l’applicazione permetterà di mostra la durata della batteria, la Modalità a Bassa Latenza, fornire aggiornamenti del firmware e aggiungere le funzioni più recenti e migliori. Tutto con un’interfaccia intuitiva. 

Come gli AirPods Pro di Apple e le cuffie di HUAWEI anche OnePlus Buds Pro decide di proporre agli utenti l’approccio di un sistema di controlli con le dita a sfioramento. In questo caso sono davvero tante le interazioni con le dita tramite lo stelo delle cuffie che possiamo impostare: 

  • Clic: mette in Play o Pausa
  • Doppio Clic: mette la traccia successiva
  • Triplo Clic: propone l’Assistente Vocale
  • Clic prolungato: Cancellazione attiva del rumore o Modalità Trasparenza
  • Clic prolungato per 3 secondi: Zen Mode Air

Comoda e anche molto interessante la funzione OnePlus Audio ID che sostanzialmente permette di eseguire (tramite l’applicazione) un piccolo test audio dove è possibile specificare l’ascolto o meno di alcune frequenze inviate dallo smartphone in ogni orecchio. L’algoritmo creato da OnePlus in questo caso permette di personalizzare il suono a seconda di quale risulta essere il risultato del test garantendo il migliore ascolto futuro. Ed effettivamente, realizzando il test, abbiamo trovato la funzionalità molto utile con dei cambiamenti di ascolto che riguardano dettagli audio e uno strumentale migliore.  

Ma come suonano dunque questi OnePlus Buds Pro? Il suono riprodotto nelle cuffie è davvero di buona qualità e gli auricolari isolano davvero molto bene l’utente nel momento dell’attivazione della soppressione attiva intelligente del rumore. Ci possiamo permettere di ascoltare musica in qualunque tipo di situazione ossia con rumore esterno importante. Gli auricolari ridurranno il rumore e gestiranno al meglio proprio il suono. Due i livelli di cancellazione del rumore completamente manuali oppure uno denominato ”Smart” che modifica in automatico la sensibilità in base a ciò che i microfoni captano sull’esterno. C’è poi anche la modalità Trasparenza che permette di ascoltare alla perfezione tutto quello che ci circonda senza la necessità di togliere le cuffie dalle orecchie.  

Anche i microfoni lavorano egregiamente. Sono tre per ogni auricolare e complessivamente riescono a riprodurre il nostro parlato bene a chi ci ascolta nel momento in cui i OnePlus Buds Pro vengono usati per una chiamata. Interessante anche scoprire che gli auricolari riescono a contrarre bene l’azione del vento con una qualità di poco ridotta e capace di farci ascoltare da tutti in situazioni anche più difficili. 

Ultima chicca la Zen Mode Air che OnePlus decide di replicare anche qui sugli auricolari dopo il grande successo sui suoi smartphone. La modalità Zen la conosciamo da tempo perché è stata originariamente creata per consentire agli utenti OnePlus di rallentare e godersi un momento di pace nella loro vita frenetica. Gli utenti OnePlus la amano l’azienda ha dunque deciso di incorporarla anche negli auricolari per offrire un’esperienza OnePlus coerente su tutti i dispositivi. La modalità Zen Air può essere attivata direttamente dalle impostazioni delle cuffie su smartphone OnePlus o nell’app HeyMelody e offre un elenco di rumori bianchi per ridurre lo stress e dare un senso di calma durante attività come lo yoga o la meditazione, o anche mentre ci si vuole addormentare. 


Clicca per ingrandire

AUTONOMIA

Sull’autonomia di questi OnePlus Buds Pro possiamo dire che sono in linea con altri concorrenti anche se chiaramente non si esaltano poi troppo. L’azienda dichiara 5 ore con ANC attivato in riproduzione continua e 7 ore con la soppressione disattivata. Sulla pratica le prove hanno permesso di ottenere proprio queste autonomie con quasi 5 ore in uso continuativo con ANC attivo e 6 ore e mezza senza. 

La batteria del case ci garantisce di avere poi fino a 28 ore di riproduzione o 38 ore in base all’uso della soppressione o meno. Un tempo buono che nella prova pratica ci ha permesso di non rimanere mai a secco nei viaggi. Sulla ricarica menzione particolare perché la custodia si ricarica davvero rapidamente anche in wireless. Con la porta USB-C è possibile dare una carica di 10 minuti per avere almeno 10 ore di autonomia.  

CONCLUSIONI

OnePlus Buds Pro sono dei veri antagonisti degli AirPods Pro di Apple? Quasi! Arrivano forse un pochino in ritardo rispetto alla concorrenza ma arrivano sul mercato con un ottimo rapporto qualità/prezzo e con la presenza finalmente della cancellazione del rumore attiva e anche intelligente. Vengono infatti venduti ad un prezzo di 149€ e di certo sono pronti per dare del filo da torcere davvero a tutti. 

Il design è ergonomicamente studiato e ben fatto con un policarbonato che sembra essere molto resistente con uno stelo unico nel suo genere perché rivestito da alluminio e soprattutto con un bulbo in silicone che permette il sigillo del padiglione auricolare senza dolore o fatica alcuna anche dopo ore.  

Tanta tecnologia a bordo con ottimi risultati a livello musicale, per quanto concerne la soppressione del rumore ma anche per l’intelligenza degli auricolari che cercano di raggiungere il migliore risultato sonoro. Gli auricolari di OnePlus sono adatti a chi è in cerca di cuffie true wireless con un budget inferiore ai 150€ ma con la possibilità di avere la cancellazione del rumore attiva con una buona qualità di risultato.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *