Imagination Technologies tornerà a produrre CPU: in arrivo processori RISC-V entro il 2021

Another ICT Guy

Imagination Technologies tornerà a produrre CPU: in arrivo processori RISC-V entro il 2021

Imagination Technologies tornerà a progettare e produrre CPU e ha scelto l’architettura RISC-V per farlo, con i piani dell’azienda che prevedono il re-ingresso nel mercato prima della fine del 2021. Si tratta di un ulteriore passo avanti per l’architettura open source RISC-V che, nonostante il suo stadio di sviluppo ancora acerbo sta raccogliendo numerosi consensi.

Imagination scommette su RISC-V per le proprie CPU

Imagination Technologies

Imagination, nota per le sue GPU PowerVR, si era buttata nella produzione di CPU con architettura MIPS dopo aver acquisito l’omonima azienda, ma lo spostamento del mercato verso ARM ha fatto sì che questa scommessa non abbia pagato i dividendi sperati. L’azienda spera ora dunque che RISC-V, la cui popolarità è in crescita, possa dare risultati migliori.

RISC-V è un’architettura nata per essere aperta ed estensibile che sta guadagnando consensi proprio per via di ciò; un’implicazione della sua natura aperta è che è libera dai complessi meccanismi delle royalty che coinvolgono le altre architetture.

Imagination afferma nell’annuncio ufficiale che “l’esperienza di Imagination nel mondo delle CPU le permette di offrire tecnologie innovative e protette da brevetto per il mercato delle CPU discrete, così come di rispondere alla domanda di soluzioni eterogenee che combinano GPU, CPU e processori per l’IA.”

Non è chiaro se Imagination intenda effettuare un lancio vero e proprio, con la distribuzione dei primi processori, già nel corso del 2021 o se si limiterà ad annunciare i nuovi prodotti per farli poi arrivare sul mercato nel corso del 2022.

L’azienda sta vivendo un momento di forte crescita, con il primo semestre del 2021 che ha portato a un incremento nel fatturato del 55% (da 49 milioni di dollari a 76 milioni), un EBITDA che è passato da -3 milioni di dollari a 17 milioni, con un incremento netto di 20 milioni e riserve di liquidità di 70 milioni (in aumento rispetto ai 36 milioni dello stesso periodo dello scorso anno). A crescere in particolar modo è il settore automobilistico, dove l’azienda detiene già il 45% del mercato delle GPU. L’azienda è da poco entrata nel mercato delle soluzioni per la guida autonoma.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *