Il rover cinese Zhurong ha completato i tre mesi su Marte, la missione continuerà

Another ICT Guy

Il rover cinese Zhurong ha completato i tre mesi su Marte, la missione continuerà

L’avventura del rover cinese Zhurong è arrivata a un momento storico: la missione infatti aveva una vita prevista di tre mesi, obiettivo raggiunto nei giorni scorsi. Questo rappresenta un grande successo per la CNSA e più in generale per il programma spaziale cinese.

zhurong

Secondo quanto riportato dall’agenzia spaziale cinese, tutti i compiti che erano stati decisi in precedenza sono stati completati. Questo ha permesso di raccogliere una buona quantità di dati che saranno resi disponibili agli scienziati di tutto il Mondo nei prossimi mesi. Attualmente il loro accesso è invece riservato solo a determinati istituti di ricerca cinesi.

Il rover cinese Zhurong continuerà la sua missione su Marte

Grazie all’ottima resistenza del rover, la CNSA ha deciso di prolungare la sua missione oltre il limite della missione primaria. La missione estesa prevederà di andare a ispezionare quella che un tempo era un’antica zona costiera a Utopia Planitia.

Stando agli ultimi dati, Zhurong è riuscito a trasmettere a Terra circa 10 GB di dati spostandosi per 900 metri sul Pianeta Rosso. Nella prima settimana di Agosto era stato annunciato che il rover era riuscito a superare i 700 metri. I primi 300 metri invece erano stati raggiunti all’inizio del mese di Luglio.

rover marte

Altra parte importante della missione è la sonda Tianwen 1 che continua a raccogliere dati dall’orbita marziana oltre a fornire supporto a Zhurong per quanto riguarda la comunicazione con la Terra. Attualmente sono attivi tre rover sulla superficie di Marte, due statunitensi (InSight è un lander) e uno cinese.

A causa dell’interposizione del Sole tra la Terra e Marte (congiunzione solare) il rover sospenderà le operazioni da metà Settembre a fine Ottobre, secondo quanto riportato da Sun Zezhou, capo progettista della missione. Al termine di questo periodo le operazioni potranno riprendere.

Sempre nei prossimi mesi potrebbero arrivare i primi studi scientifici derivati dai dati di Zhurong che comprenderanno, per esempio, le rilevazioni del campo magnetico dal suolo e dall’orbita, le condizioni meteo e l’analisi attraverso lo spettrometro LIBS. Quando poi ci sarà l’opportunità per la comunità scientifica internazionale di analizzarli, potrebbero esserci ulteriori sorprese.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *