iPhone 13 (2021) arriverà con always-on display proprio come l’Apple Watch?

Another ICT Guy

iPhone 13 (2021) arriverà con always-on display proprio come l’Apple Watch?

Come da tradizione Apple dovrebbe svelare i prossimi iPhone entro la fine dell’anno, probabilmente nel mese di settembre. Dopo l’arrivo del nuovo design l’anno scorso, la generazione 2021 dovrebbe introdurre diverse novità: batterie più ampie, notch più piccole, prestazioni e fotocamere migliorate, e display più avanzati a 120Hz su alcuni modelli. Dovrebbe arrivare, inoltre, la modalità Always-On.

La feature è apparsa in una recente newsletter di Bloomberg, dove Mark Gurman ha parlato delle feature che possiamo aspettarci sul prossimo melafonino: parliamo di un chip A15 Bionic, la presenza di una notch piccola e ridisegnata e poi soprattutto dell’arrivo di un display con refresh rate a 120Hz con appunto la possibilità di attivare la funzionalità dell’always-on per avere sempre e comunque le notifiche a portata di sguardo come avviene oggi con Apple Watch serie 5 e 6. I display da 120Hz avranno probabilmente richieste energetiche superiori rispetto agli attuali modelli, e allo stesso modo anche la modalità Always-On dovrebbe condurre a consumi energetici leggermente superiori nell’uso quotidiano, e per questo Apple potrebbe adottare batterie più ampie.

iPhone 13: come cambierà?

L’Always-On non è certamente una feature nuova fra gli smartphone, e anche Apple l’ha già usata sul proprio smartwatch. Il pannello Retina presente sui modelli delle Series 5 e 6 permette di rimanere sempre attivo e di avere dunque sempre sott’occhio l’orario e quelle informazioni primarie che servono senza doverlo risvegliare completamente. In questo caso su Apple Watch la funzionalità always-on funziona in modo da permettere allo schermo di abbassare la luminosità e il refresh rate nel momento in cui lo smartwatch non viene attivato ossia quando è a riposo. Questo consente all’indossatore di verificare le informazioni essenziali in qualsiasi momento, mentre se si vuole approfondire una notifica è possibile ruotare il polso o toccare il display con le dita per riattivare il dispositivo.

Una feature simile dovrebbe apparire su iPhone 13, secondo Gurman, con gli utenti che dovrebbero accedere alle informazioni essenziali anche con il terminale in idle. Al momento però non sappiamo esattamente quale implementazione sceglierà Apple per i nuovi smartphone: quello che si pensa è che permetterà di vedere chiaramente l’ora e la data oltre alla percenutale della batteria residua o anche di avere una visione generale delle notifiche arrivate sullo smartphone. Una cosa che gli smartphone Android fanno da tempo ma che invece Apple non ha mai effettivamente deciso di implementare nei suoi iPhone come molte altre funzionalità arrivate molto prima sui device con Google e poi su quelli Apple.

Per implementarla nella maniera più efficiente possibile Apple potrebbe sfruttare i nuovi display LTPO (low temperature polycrystalline oxide), che arriveranno – secondo le voci più accreditate – solo sui due dispositivi “Pro” della famiglia. Questi abiliteranno anche la modalità ProMotion che, come su iPad Pro, dovrebbe garantire il supporto al refresh rate variabile fino a un massimo di 120Hz. Bloomberg ha sostenuto in precedenza che almeno uno dei nuovi iPhone 13 utilizzerà il pannello LTPO e tale conferma è giunta anche all’inizio dell’anno da altre fonti sintomo che l’azienda possa effettivamente usare questo tipo di pannello con tale funziuonalità aggiuntiva.

iPhone 13 design

Di recente i quattro iPhone 13 sono comparsi online per mezzo di mockup e modellini, che hanno anticipato le scelte di Apple in fatto di design: le forme rimarranno squadrate come su iPhone 12, ma la notch dovrebbe essere più piccola (anche se al momento non c’è certezza sulla forma reale). Cambierà il modulo fotografico posteriore, che sarà più grande per l’introduzione della Sensor-Shift Stabilization su tutti i modelli della gamma, mentre il tutto verrà alimentato da batterie dalla capacità più generosa. Secondo voci non ufficiali Apple prevede di venderne 90 milioni nel primo anno di commercializzazione.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *