Twitter chiude i Fleets, la sua versione delle Storie che non ha preso mai piede

Another ICT Guy

Twitter chiude i Fleets, la sua versione delle Storie che non ha preso mai piede

Twitter ha detto “arrivederci” ai Fleets, ma sembra più un addio. Lanciati solo lo scorso anno, i Fleets erano l’equivalente delle storie su Instagram o Snapchat in salsa Twitter. Erano per lo più testuali, e non visivi, ma gli utenti potevano inserire GIF, foto e video. In sostanza i Fleets erano una sorta di tweet a schermo intero della durata di 24 ore.

I Fleets compaiono in alto nella schermata principale della piattaforma di microblogging, all’interno di una riga nella parte più alta, e scompaiono dopo 24 ore. A dire il vero non hanno mai avuto un grande successo, e Twitter ha deciso di rimuoverli dalla propria piattaforma: a partire dal 3 agosto gli utenti vedranno gli Spaces attivi nella riga dedicata adesso ai Fleet, ovvero le stanze di conversazione audio dedicate su Twitter.

Qualcosa dei Fleets rimarrà. Nel post di addio ai Fleet Twitter ha specificato che alcune delle funzioni di editing introdotte in passato sui Fleet verranno adottate fra le feature di composizione dei tweet tradizionali, come ad esempio la formattazione del testo e gli adesivi GIF sulle foto.

Twitter elimina i Fleets dalla piattaforma

La decisione di eliminare i Fleets non è solo un’ammissione del fatto che l’azienda non è mai riuscita a far funzionare una feature che altrove ha avuto un successo straordinario, ma anche che l’azienda sta faticando a trovare un modo per invogliare gli utenti a usare attivamente il servizio, e non solo passivamente, e pubblicare più contenuti. Da anni Twitter cerca di rendere più partecipi i propri utenti, e non solo “consumatori” di post di altre persone, ma i Fleets non sono riusciti a risolvere la problematica e sono destinati a scomparire a breve.

Fra un Fleet e l’altro, inoltre, l’azienda aveva anche lanciato dei post pubblicitari “sperimentali”, e non sappiamo se questi verranno proposti in altre parti dell’app in futuro quando i Fleets saranno solo un ricordo.

“Speravamo che i Fleets aiutassero più persone a sentirsi a proprio agio nel partecipare alla conversazione su Twitter”, ha scritto nel posto Ilya Brown, vice president of product di Twitter. “Ma, da quando abbiamo presentato Fleets a tutti, non abbiamo visto un aumento del numero di nuove persone unirsi alla conversazione come speravamo”.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *