Nuova Aston Martin Valhalla: da 950 cv con motore V8 ibrido plug-in

Another ICT Guy

Nuova Aston Martin Valhalla: da 950 cv con motore V8 ibrido plug-in

Aston Martin aggiunge una nuova Valhalla con propulsore ibrido plug-in alla sua gamma. Non solo 950 cavalli grazie ai due motori elettrici e al V8 centrale, ma anche più di 600 kg di carico aerodinamico a 240 chilometri orari e telaio di fibra di carbonio. Oltretutto con linee completamente rinnovate, che segnano un vero salto di qualità nel design per il produttore britannico.

Nuova Aston Martin Valhalla: bolide ibrido plug-in da un milione di euro

C’è chi la definisce come una rivale della Ferrari SF90 Stradale, principalmente per il fatto che entrambe le nuove supercar dispongono di tanta tecnologia derivata dalla Formula 1. Le linee della nuova Aston Martin Valhalla, infatti, sono state disegnate a partire dai dati provenienti dalla galleria del vento utilizzata per sviluppare la vettura di F1 e dalle server farm con cui gli ingegneri di Aston Martin ne studiano la fluidodinamica. Anche gli assetti derivano dalla competizione regina del motorsport.

Per quanto riguarda i due motori elettrici, uno è posizionato sull’asse anteriore subito dietro il V8 centrale, mentre il secondo si trova sull’asse posteriore, e possono erogare 201 CV (150 kW) ciascuno. Tuttavia, la batteria agli ioni di litio da 400 V è limitata a 201 CV, il che impedisce di sforare la potenza massima di 950 CV (700 kW) con una coppia motrice di 1.000 Nm. L’auto è in grado di ripartire la potenza della batteria sui due assi in base alle condizioni della strada (o della pista) e alle esigenze della persona al volante. Questo vuol dire che la trazione può essere spostata interamente sull’anteriore o sul posteriore a seconda delle esigenze, e che in alcuni tratti può essere completamente elettrica.

Il V8 è un’unità AMG da 4 litri e oltre 740 cavalli a 7200 giri al minuto, mentre il peso a secco del veicolo è di 1550 chili. Insomma, non si può certo dire che le prestazioni di questa auto possano essere considerate insufficienti, anche perché è dotata di canali Venturi, di uno splitter anteriore attivo e un alettone posteriore, anch’esso studiato in galleria del vento.

Passando alle sospensioni, queste sono di tipo push rod all’anteriore e multi-link al posteriore. Le molle, invece, sono tarate in tempo reale in funzione delle asperità del percorso e del tipo di asfalto nell’ottica di ottimizzare la rigidità. La nuova Aston Martin Valhalla, poi, è dotata di cambio a doppia frizione a otto velocità, mentre la retromarcia è completamente elettrica, il che permette di contenere il peso evitando di montare un rapporto di tipo meccanico.

Aston Martin non ha rivelato il prezzo della nuova Valhalla, ma stando a indiscrezioni dovrebbe aggirarsi sul milione di euro.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *