Daikin: un refrigerante per veicoli elettrici può aumentare l’autonomia del 50%

Another ICT Guy

Daikin: un refrigerante per veicoli elettrici può aumentare l’autonomia del 50%

Quando le temperature diventano particolarmente critiche il climatizzatore dell’auto deve svolgere un lavoro non certo semplice. Al punto che il raffreddamento o il riscaldamento dell’abitacolo consumano in maniera significativa la batteria dei veicoli elettrici. Di conseguenza, se si rendono più efficienti i sistemi di climatizzazione interna si può guadagnare, e molto, in termini di autonomia dei veicoli.

La pensa così anche Daikin, il principale produttore di soluzioni di climatizzazione. L’azienda afferma di aver sviluppato un tipo di refrigerante per veicoli elettrici che può estendere la loro autonomia fino al 50%, con l’immissione sul mercato del prodotto che è prevista entro il 2025.

Daikin: un liquido refrigerante decisamente promettente

Il refrigerante di Daikin presenta un punto di ebollizione pari a circa 40° C, inferiore ovvero di 10 o di 15° C rispetto ai prodotti che attualmente utilizzano le case automobilistiche. I condizionatori d’aria sfruttano il calore generato dalla compressione del refrigerante per riscaldare e raffreddare l’aria all’interno dell’auto: dunque, riducendo la potenza necessaria alla compressione, il veicolo risparmia energia elettrica e può conseguentemente coprire distanze maggiori o, comunque, utilizzare l’energia così risparmiata per altri scopi.

Daikin

Daikin sostiene che un veicolo elettrico con un’autonomia di 200 km che viaggia in un’area urbana del Giappone con il condizionatore in funzione, utilizzando il nuovo refrigerante potrebbe ottenere ulteriori 100 km di autonomia. Attualmente, il refrigerante più comune per i climatizzatori dei veicoli elettrici è un prodotto sviluppato congiuntamente dalle società statunitensi Honeywell e Chemours che costa circa 230 euro per ogni veicolo. Poiché il costo per sviluppare batterie con maggiore capacità è di gran lunga superiore, adottare un sistema refrigerante con le prestazioni di cui parla Daikin può essere decisamente più conveniente e influire nel percorso di transizione verso la mobilità elettrica.

Daikin ha già sviluppato il prodotto e il gruppo industriale statunitense SAE International ne verificherà le prestazioni e la sicurezza in condizioni operative. È interessante notare come Daikin non sia attualmente coinvolta nel mercato automobilistico, nonostante sia il principale produttore di condizionatori e di liquido refrigerante a livello mondiale.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *