Stampanti Zebra e Dymo non funzionano più su Windows, ma la colpa non è di PrintNightmare

Another ICT Guy

Stampanti Zebra e Dymo non funzionano più su Windows, ma la colpa non è di PrintNightmare

Nei giorni scorsi Microsoft si è occupata di rilasciare gli aggiornamenti di sicurezza per risolvere il problema della vulnerabilità PrintNightmare, individuata la scorsa settimana e la cui divulgazione è avvenuta accidentalmente per via di un malinteso tra i ricercatori di sicurezza e la stessa Microsoft. Il codice proof-of-concept è rimasto su GitHub il tempo necessario, prima della sua rimozione, perché potesse essere salvato e sfruttato.

Gli aggiornamenti rilasciati da Microsoft, come abbiamo notato nel corso della giornata di ieri, potrebbero però lasciare il sistema ancora vulnerabile in presenza di determinate impostazioni. La società è a conoscenza della situazione ed emetterà un nuovo aggiornamento a breve.

Intanto, però, si è aperto un altro problema: dopo l’aggiornamento di sicurezza alcuni utenti hanno scoperto di non poter più usare le stampanti destinate alla stampa di etichette e ricevute, quando collegate via USB. In particolare il problema affligge i dispositivi di Zebra e Dymo. Si è però trattato di una coincidenza: il colosso di Redmond fa infatti sapere che il problema non è causato dagli aggiornamenti di sicurezza per risolvere PrintNightmare, ma dall’anteprima dell’aggiornamento cumulativo di giugno 2021. La società è già corsa ai ripari sfruttando il meccanismo KIR, Know Issue Rollback, che distribuisce le correzioni per i problemi noti tramite Windows Update e dovrebbe raggiungere tutti gli utenti nel giro di 24 ore dall’emissione.

Per chi avesse l’esigenza di verificare se l’aggiornamento è installato sul sistema, può utilizzare l’editor del registro per verifcare l’esistenza della chiave

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\FeatureManagement\Overrides\4\1861952651

Se questa chiave non fosse presente significa che l’aggiornamento non è ancora installato sul sistema. Microsoft suggerisce che un riavvio potrebbe accelerare la distribuzione.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *