Windows 11 è realtà e si rivoluziona nel design e nelle funzionalità! Ecco tutto quello che dovete sapere

Another ICT Guy

Windows 11 è realtà e si rivoluziona nel design e nelle funzionalità! Ecco tutto quello che dovete sapere

Windows 11 è finalmente ufficiale, e non è né un enorme leak a dirlo, né un video teaser con vecchi sample audio rallentati. Microsoft lo ha presentato ufficialmente in occasione di un evento dedicato in diretta streaming, con un’importante rivisitazione dell’interfaccia utente e diverse novità sia maggiori che minori. Si tratta del redesign più grande dall’introduzione di Windows 10, e quindi la nuova release si merita un brand tutto nuovo. Windows 10, insomma, non può più essere considerato “l’ultimo sistema operativo di Microsoft”. Non più.

Windows 11, una nuova interfaccia per il sistema operativo di Redmond

Microsoft si è concentrata prevalentemente sulla semplificazione dell’interfaccia utente su Windows 11, ma una nuova UI non significa solamente un sistema operativo più bello a vedersi. Le novità grafiche dovrebbero infatti rendere più semplice la vita degli utenti, soprattutto con la gestione di più finestre o più monitor, e ci saranno anche novità sulle prestazioni, nel multitasking, e anche un Windows Store probabilmente con nuove regole per i developer.

Windows 11 introduce un nuovo Menu Start che abbiamo già visto nella leak trapelata negli scorsi giorni. Il tasto viene ridisegnato e posizionato con il resto della barra delle applicazioni al centro (ma si può reimpostare sulla sinistra, come da tradizione). Sulla destra della barra rimane il systray, con l’orologio, l’accesso all’action center e una serie di icone di app di sistema aperte in background. Il Menu Start, inutile nasconderlo, è molto simile a quello che avevamo già visto su Windows 10X, versione del SO per device dual-screen annunciata ma mai arrivata al grande pubblico. Di fatto grossa parte dei lavori compiuti su Windows 10X sono adesso stati introdotti su Windows 11.

Grandi assenti, nella nuova versione, le live tile introdotte con Windows 8 ma che mai hanno fatto breccia nei cuori degli appassionati. Microsoft ha scelto su Windows 11 un menu principale che ricorda molto più la staticità di sistemi operativi come Android o iOS: a distanza di un clic, insomma, l’utente può accedere a una pletora di funzionalità: file recenti, app e c’è anche un’interfaccia dedicata alla ricerca. Il design ricorda un po’ macOS, inutile girarci troppo intorno, per via degli angoli arrotondati delle finestre, ma con un retrogusto che è tipicamente Microsoft e PC Windows.

Sul nuovo sistema operativo vedremo diverse novità minori, come ad esempio la possibilità su Edge di passare dalla visualizzazione orizzontale delle tab a quella verticale con un solo clic, e ci sarà un’intera rivoluzione per quanto riguarda il multitasking e il multi-monitor, come già detto.

Ci riferiamo chiaramente a Snap Layout, che consente di accedere a una piccola interfaccia, mantenendo il mouse sull’icona per ingrandire le finestre, che consente di spostare la stessa finestra nella metà di destra o di sinistra dello schermo, oppure se impostarla in uno degli angoli. Windows 11 si ricorderà inoltre la posizione delle app, grazie a Snap Group. Lo stesso avviene con le applicazioni aperte in un setup multi-monitor, ad esempio su notebook: scollegando il monitor le applicazioni vengono minimizzate, tuttavia ricollegando il monitor le singole finestre appariranno nella posizione in cui erano state lasciate in precedenza.

In aggiornamento…

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *