Sony: probabile il remake di The Last of Us per PS5

Another ICT Guy

Sony: probabile il remake di The Last of Us per PS5

Sony starebbe pensando di rilasciare un remake del primo capitolo di The Last of Us dedicato espressamente a PlayStation 5. Sebbene sia possibile giocare TLOU sulla nuova console di Sony in modalità retrocompatibilità, un remake permetterebbe di sfruttarne in maniera più efficace le caratteristiche hardware. Il progetto, inoltre, si sposerebbe particolarmente bene anche con i piani sulla nuova serie televisiva con Pedro Pascal e Bella Ramsey.

PlayStation 5: in arrivo il remake di The Last of Us e forse un nuovo Uncharted

Il remake di TLOU sarebbe stato affidato a Naughty Dog dopo un periodo di turbolenze interne ai team di sviluppo che lavorano per Sony. Lo rivela l’accreditato giornalista Jason Schreier di Bloomberg. Si apprende che un remake di Last of Us con nome in codice T1X è stato in lavorazione per un certo periodo di tempo sotto la direzione di Michael Mumbauer. Si tratta del fondatore di Visual Arts Service Group, uno sviluppatore Sony che tradizionalmente assiste lo sviluppo dei giochi PlayStation Studios.

The Last of Us

Tuttavia, secondo quanto riferito, il team ha avuto problemi con lo sviluppo del gioco e ha richiesto ulteriori finanziamenti per andare avanti. Sony, che aveva tenuto fino a quel momento segreto il progetto, ha ritenuto che le richieste fossero eccessive e ha sollevato Mumbauer e il suo team dall’incarico. Questi programmatori sono stati riassegnati come team di supporto allo sviluppo di The Last of Us Parte 2.

Dopo la fine dei lavori su quest’ultimo, alcuni sviluppatori di Naughty Dog sono stati assegnati al remake del primo TLOU, che a quel punto è diventato a tutti gli effetti un progetto Naughty Dog. Mumbauer e altri suoi collaboratori hanno nel frattempo lasciato Sony ma, secondo quanto riferisce Mumbauer, il remake è ancora in lavorazione.

Ma non è tutto, anche Bend Studio, ovvero il team che si occupa di Days Gone, sarebbe stato coinvolto dall’ondata di cambiamenti di strategia. Sony avrebbe impedito a Bend Studio di lavorare sul seguito di Days Gone per metterlo al lavoro su due nuovi progetti legati, ancora una volta, a Naughty Dog.

Bend Studio sarebbe stato ripensato come un team di supporto e assegnato a un nuovo titolo multiplayer ambientato nell’immaginario di The Last of Us. Inoltre, avrebbe in programma anche un nuovo capitolo della serie principale di Uncharted, probabilmente un prequel degli episodi precedenti.

Leggi anche: The Last of Us: Parte II, melodie di sangue – Recensione per PlayStation 4

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *