Il rientro del secondo stadio di un Falcon 9 di SpaceX illumina la notte negli USA

Another ICT Guy

Il rientro del secondo stadio di un Falcon 9 di SpaceX illumina la notte negli USA

Uno degli ultimi lanci di SpaceX con il suo razzo Falcon 9 ha creato uno scenico rientro quando il secondo stadio si è disintegrato nei cieli della costa del Nord-ovest Pacifico degli USA, nella zona di Seattle. Non c’è stato alcun pericolo per le persone. Sicuramente però lo spettacolo ha fatto alzare gli occhi al cielo a una nutrita folla, compresi appassionati ed esperti di astronomia.

Mentre il primo stadio dei razzi Falcon 9 viene recuperato (salvo imprevisti), del secondo stadio non è ancora previsto il recupero. Questo comporta la necessità di farli deorbitare una volta finito il loro compito per evitare di accrescere il numero di detriti in orbita. SpaceX, come le altre società o agenzie, cerca di far precipitare queste componenti in zone dove non c’è nessuno. Ma non sempre tutto va come previsto.

spacex falcon 9 rientro

Il secondo stadio di un razzo SpaceX Falcon 9 dà spettacolo

In questo caso, il problema è relativo a una delle missioni per inviare in orbita i satelliti Starlink per la connettività Internet. Il lancio è avvenuto il 4 Marzo 2021 dal Kennedy Space Center in Florida e tutto è andato correttamente per quanto riguarda il rientro del primo stadio sulla chiatta-drone Of Course I Still Love You, così come il rilascio dei satelliti.

Il problema è avvenuto successivamente quando il secondo stadio non ha effettuato correttamente la fase finale di decommissionamento che solitamente è fatto in zone coperte dall’oceano e lontano da isole o terraferma abitata. In generale non è previsto che parti possano comunque arrivare a terra ma si tratta di norme stringenti di sicurezza per evitare possibili incidenti.

Il secondo stadio del razzo SpaceX Falcon 9 ha passato circa 22 giorni in orbita. Non avendo più la gestione dei motori, è stata l’unione tra la bassa quota, la bassa velocità e l’atmosfera ancora presente a farlo ulteriormente abbassare fino alla sua distruzione. L’altezza stimata dei detriti del razzo è stata pari a circa 60 km, al di sopra della quota dei principali aerei di linea (che si fermano intorno agli 11 km).

Chiaramente l’evento è stato ripreso da moltissime persone che hanno caricato video e fotografie sui social. Nel momento in cui scriviamo non ci sono dichiarazioni da parte di SpaceX né da parte di altre autorità e quindi non c’è la certezza assoluta, ma le probabilità che si tratti di “altro” sono scarse.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *