SpaceX: Elon Musk fornisce ulteriori dettagli sull’atterraggio di Starship SN10

Another ICT Guy

SpaceX: Elon Musk fornisce ulteriori dettagli sull’atterraggio di Starship SN10

Qualche giorno fa abbiamo scritto delle prime notizie circa la prova di Starship SN10 e il suo atterraggio (conclusosi “quasi” correttamente). Mentre SpaceX sta approntando la prova di Starship SN11, Elon Musk ha aggiunto alcuni dettagli su quanto accaduto al precedente prototipo facendo intendere che ci siano ancora diverse parti da ottimizzare. Ma del resto si tratta proprio del modo di procedere della società statunitense nella sperimentazione di queste navicelle.

starship

Elon Musk spiega cos’è accaduto a SpaceX Starship SN10

Con una serie di tweet in risposta ad alcune domande, Elon Musk ha spiegato cosa è emerso dalle analisi dei dati di SpaceX Starship SN10. Musk ha scritto “il motore di SN10 aveva una spinta bassa a causa (probabilmente) della parziale ingestione di elio dal serbatoio del carburante. Ha impattato a 10 m/s schiacciando le gambe e parte della struttura inferiore. Ci sono diverse correzioni in corso per SN11”.

spacex

Ricordiamo che l’elio era stato aggiunto per permettere la pressurizzazione degli “header tank” (serbatoio di testa) durante la fase di atterraggio. Questa scelta era stata fatta dopo l’atterraggio di SN8 che aveva visto un calo della pressione dei serbatoi. Questo sarà uno dei punti da ottimizzare nelle prossime versioni di Starship, alle quali SpaceX sta già lavorando a Boca Chica. Una delle possibilità è quella di puntare alla pressurizzazione attraverso lo stesso carburante (metano liquido) evitando così la problematica che ha coinvolto SN10.

C’è poi un’altra curiosità. Prima del “salto” di SN11 i tecnici hanno provato ad aprire e chiudere le gambe così da verificare che durante il prossimo atterraggio tutte si aprano correttamente. Durante la prova di SN10, due gambe non si erano aperte correttamente peggiorando l’atterraggio (anche se non sono state il problema principale).

Elon Musk ha però aggiunto che gli studi sul design delle gambe potrebbe essere diverso e nelle fasi avanzate di sviluppo le Starship saranno “catturate al volo” nelle zone di atterraggio, lo stesso procedimento che era già stato pensato per Super Heavy (il primo stadio inferiore). Queste modifiche però le vedremo probabilmente molto più in là, quando lo sviluppo sarà più avanzato.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *