Guida Plex Server: tutto quello che c’è da sapere

Tutto quello che c’è da sapere su Plex, come installarlo e utilizzarlo per gestire e riprodurre ovunque ti trovi tutti i tuoi file multimediali

Date le nostre attuali circostanze, dovute all’emergenza di questi giorni, ci troviamo a passare le giornate e i weekend in casa e ad avere molto più tempo a disposizione da dedicare a vedere film e serie TV. Fortunatamente possiamo usufruire di molti servizi di streaming a pagamento, facili da utilizzare e disponibili su diversi dispositivi, ma perchè non riorganizzare al meglio anche i media che già possediamo, i film, la musica, le serie TV e le foto, renderdoli facilmente accessibili quanto Netflix o Amazon Prime Video? Se questo ti suona familiare, ora è il momento perfetto per conoscere Plex, un software multimediale in grado di organizzare tutti i tuoi film, programmi TV, musica e foto raccolti e presentarteli su qualsiasi dispositivo, con un’interfaccia attraente e facile da navigare

Ma questa è solo una piccola presentazione di Plex. Per avere una visione chiara delle sue potenzialità e le tante funzionalità che offre vediamone alcune nel dettaglio per iniziare, ecco tutto ciò che devi sapere.

Che cos’è Plex?
Plex è in realtà due cose: è un software che fa da server multimediale gratuito che puoi eseguire su un PC, Mac o unità NAS nella tua casa, ed un client che ti consente di accedere ai contenuti del server multimediale da dispositivi come smart TV, Roku, Apple TV, Amazon Fire TV, console di gioco, smartphone, tablet e molto altro. Insieme, questi due elementi creano un modo efficace per gestire e accedere ai file multimediali.

Una volta installato, Plex Media Server può migliorare automaticamente la tua raccolta di film, programmi TV e musica con un’enorme quantità di contenuti correlati da fonti sul Web, come poster di film e copertine di album, dettagli su membri del cast e della troupe, descrizioni di episodi e molto altro. In pochi minuti, la tua raccolta multimediale passa da una serie di file e cartelle sparse a una liberia organizzata e controllabile simile a Netflix.

La tua libreria Plex può anche essere condivisa con altri utenti, rendendolo un modo ideale per dare ad amici e familiari l’accesso ai tuoi media senza doverli caricare su un servizio cloud di terze parti come Google Drive o iCloud. Anche se vanno prese in considerazione alcune limitazioni, come la potenza del server e la larghezza di banda inclusa nel tuo piano Internet.

Contenuti in streaming gratuiti
Plex gestisce anche un proprio servizio gratuito di streaming video supportato da pubblicità a cui è possibile accedere insieme ai media personali. Troverai un enorme archivio di film e programmi TV, con elenchi curati che ti aiuteranno a trovare i migliori da guardare con qualsiasi dispositivo client, anche se non è stato configurato un Plex Media Server.

Quali sono i requisiti per utilizzare Plex?
Per Plex Media Server, dovrai avere un dispositivo su cui installarlo ed eseguirlo. Puoi utilizzare un computer con un sistema operativo Windows, Mac, Linux o FreeBSD, oppure una Nvidia Shield TV Pro (2019) o Shield TV (2017/2015), un Router Netgear Nighthawk X10, oppure, uno dei dispositivi di archiviazione collegati alla rete (NAS) supportati.

Quando si esegue su Windows, sono supportate le seguenti versioni del sistema operativo:

Windows 7 SP1 / Windows Server 2008 R2 SP1
Windows 8 / Windows Server 2012
Windows 8.1 (con aggiornamento) / Windows Server 2012 R2 (con aggiornamento)
Windows 10
Su un computer Apple:

OS X / macOS 10.9 Mavericks o più recenti (inclusi Mavericks, Yosemite, El Capitan e Sierra)

Le versioni ufficiali di Plex Media Server sono disponibili per le seguenti distribuzioni Linux:

CentOS 7 o versioni successive
Debian 8 o più recente
Fedora 27 o più recente
SUSE 15 o più recente
Ubuntu 16.04 o più recente
Le versioni sono disponibili anche per FreeBSD 11.2 o versioni successive.

I requisiti della CPU possono variare drasticamente, a seconda di come esattamente vuoi usare Plex, quali particolari app Plex utilizzerai, le proprietà dei tuoi media, quante persone useranno lo contemporaneamente e altre variabili. Come minimo, raccomando un Intel Core i3 (o equivalente) o più veloce.

Qualunque sia la scelta, consiglio una connessione di rete cablata sia per la macchina server che per il dispositivo client. Una rete Wi-Fi sufficientemente veloce (router e dispositivi che supportano 802.11 AC sono i migliori) può funzionare lo stesso, ma avrai bisogno di un’eccellente potenza del segnale per supportare uno streaming in 4K/HDR.

Se hai intenzione di guardare solo un video alla volta e non hai intenzione di condividere la tua libreria Plex con altri utenti, un NAS economico o Shield TV potrebbero essere una soluzione.

Puoi eseguire l’app client Plex praticamente su qualsiasi dispositivo disponibile, quindi le probabilità di possederne già uno compatibile sono alte.

Come installare e utilizzare Plex
Tutto inizia installando il software Plex Media Server sulla macchina che hai deciso di utilizzare. Basta scaricare il programma di installazione appropriato e seguire le istruzioni. Una volta che il media server è completamente installato, si aprirà una nuova finestra del browser, che contiene l’app Web Plex. L’app Web è la finestra principale per configurare il server Plex, ma funge anche da interfaccia per guardare la libreria e riprodurre i file sul computer. La procedura di installazione ti chiederà di creare un nuovo account Plex e ti guiderà attraverso una procedura guidata di installazione che prevede principalmente di aiutare il server a rintracciare i tuoi file multimediali.

Per verificare rapidamente che tutto sia come dovrebbe essere, fai clic sul pulsante Home nell’interfaccia dell’app Web. Dovresti vedere i tuoi film, la tua musica e qualsiasi altro supporto che hai aggiunto durante l’installazione, insieme alle rispettive cover o copertine degli album.

Se all’inizio non ti sembrano corretti, attendi qualche minuto perché Plex potrebbe impiegare del tempo a trovare tutte le informazioni. Per riprodurre un file, passa con il mouse sopra la miniatura e fai clic sul pulsante Riproduci.

Come si riproducono i file Plex sulla TV o su altri dispositivi
Come abbiamo già detto, esiste un client Plex per quasi tutti i dispositivi sul mercato. Generalmente troverai il client specifico per il tuo dispositivo nello store online dedicato.

Per Apple TV, ad esempio, è presente nell’App Store, per un dispositivo Android nel Google Play, Molti dispositivi, tra cui smart TV e box TV Android, sono dotati di client Plex precaricato, quindi non c’è nulla da scaricare. I client sono generalmente gratuiti, ma a volte Plex addebita una piccola cifra per scaricarli. Un abbonamento Plex Pass include l’accesso gratuito a tutti i clienti.

Quando apri un client Plex, ti verrà chiesto lo stesso account Plex che hai creato durante l’installazione del server. Se il dispositivo di riproduzione e il server Plex si trovano sulla stessa rete lan, il client dovrebbe impiegare solo un momento per visualizzare lo stesso catalogo di file multimediali visualizzato nell’app Web.

L’interfaccia di Plex presenta un elenco di categorie sul lato sinistro dello schermo e tutti i file multimediali corrispondenti organizzati nella parte principale dell’interfaccia. Selezionando il file che si desidera riprodurre, viene visualizzata una schermata informativa con descrizioni e altri collegamenti, oltre al pulsante “Riproduci ora”.

Nessun software multimediale sarebbe completo senza una funzione di ricerca e quella di Plex fa davvero un buon lavoro. Può trovare corrispondenze tra tutte le librerie e i servizi collegati, inclusi film, musica e programmi TV, contenuti gratuiti di film e TV Plex, programmi Web e podcast e Tidal.

Recentemente Plex con il suo ultimo aggiornamento ha ridisegnato l’interfaccia per Android TV e AppleTV e aggiunto il supporto a Chromecast, l’app mobile per Android e iOS, che permette di poter visionare il contenuto della libreria Plex tramite chromecast su una normale TV con HDMI.

Accesso remoto e condivisione della libreria
Una delle funzionalità più potenti di Plex è la possibilità di configurare il server per l’accesso remoto. Per verificare che sia abilitato dal pannello di controllo web del tuo Plex Media Server, seleziona l’icona Impostazioni dalla barra degli strumenti in alto a destra e da impostazioni clicca sulla scheda “Server” e seleziona “Accesso remoto”, se non lo è, abilita l’accesso remoto.

Nel pannello di controllo vedrai l’indirizzo IP interno e il numero di porta di Plex Media Server sulla rete locale, l’indirizzo IP esterno e pubblico e il numero di porta. Se il sistema Plex non può accedere al server Plex dall’esterno il problema è da individuare e risolvere nelle impostazioni del router.

Ci vuole un po’ di tempo invece per ottenere la configurazione corretta del firewall perché dovrai modificare le impostazioni del router che potrebbe non aver abilitato uPnP per impostazione predefinita e dovrai attivarlo. La procedura varia in base al produttore del router. Se non riesci ancora ad accedere in remoto ai tuoi contenuti, dovrai configurare il port forwarding per dire al tuo router che vuoi che i pacchetti di dati su una determinata porta vengano inoltrati sul tuo server Plex interno. Per eseguire questa operazione sono necessarie due informazioni: l’indirizzo IP del server interno e il numero di porta del server.

Per avere maggiori istruzioni per la configurazione del tuo router ti rimando al servizio di supporto Plex per l’accesso da remoto.

Fatta questa configurazione sarai in grado di utilizzare il client Plex sul tuo smartphone o tablet per eseguire lo streaming della tua libreria multimediale personale da qualsiasi parte del mondo, compresi programmi TV in diretta e programmi registrati.

Una volta configurare l’accesso remoto, chi dall’esterno vorrà visualizzare i tuoi contenuti dovrà creare un account Plex gratuito e comunicarti l’e-mail che ha usato per crearlo.

Per invitare un utente esterno vai nelle impostazioni del tuo Plex Media Server e lì troverai una sezione chiamata “Utenti e condivisione”. All’interno di quella schermata, puoi aggiungere altri utenti della tua rete, oltre a consentire l’accesso agli amici tramite l’opzione “Librerie condivise”.

Per ogni utente che inviti, puoi scegliere a quale server (se ne hai più di uno) e a quali librerie (film, TV, ecc.) dare accesso. Se hai un abbonamento Plex Pass, puoi anche consentire a questi utenti di scaricare e sincronizzare i tuoi contenuti sui loro dispositivi e caricare le loro foto sul tuo server. Inoltre, puoi vedere cosa guardano questi utenti in tempo reale oltre a poter vedere una cronologia di ciò che hanno guardato, nel pannello “Attività” del tuo server.

L’app Plex di base è gratuita su ogni piattaforma, mentre il Plex Pass ha tre livelli di prezzo da € 4,99 al mese, € 39,99 all’anno o per un abbonamento a vita € 149,99.

Fonte: https://www.punto-informatico.it/
Foto: https://www.punto-informatico.it/

https://www.carlomauri.net

Guida Plex Server: tutto quello che c’è da sapere
Tags:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap